Caso Coingas, Ghinelli: "Ricevuto avviso di proroga delle indagini. Pronto a parlare con gli inquirenti"

Il sindaco di Arezzo spiega di aver ricevuto oggi l'avviso: "Prima e unica comunicazione ricevuta da parte dell'Autorità Giudiziaria dal luglio scorso"

Alessandro Ghinelli

Torna alla ribalta l'affaire Coingas e ad annunciare la novità, spiegando di aver ricevuto da parte dell'autorità giudiziaria proprio questo pomeriggio la "prima ed unica" comunicazione con l'avviso di richiesta di proroga del termine delle indagini, è stato proprio il primo cittadino Alessandro Ghinelli. 

"In relazione alle indagini in corso da parte della Procura sulla “vicenda Coingas” - spiega in una nota -, tengo a precisare che fin da quando nel luglio scorso il mio nome è stato associato dai media alle indagini in corso, ho sempre dichiarato e assicurato tramite i miei avvocati la disponibilità ad essere sentito nel caso ciò possa essere di utilità alle indagini. Disponibilità  che non ho mancato di  esprimere anche pubblicamente in un mio intervento in Consiglio Comunale lo scorso 19 luglio.
Nella trasparenza e rispetto del ruolo che ha sempre ispirato la mia condotta, tengo a comunicare che questo pomeriggio i miei legali mi hanno informato di aver ricevuto da parte del gip l'avviso di richiesta di proroga del termine delle indagini, prima ed unica comunicazione ricevuta da parte dell'Autorità Giudiziaria dal luglio scorso. Della qual cosa intendo doverosamente mettere a conoscenza i cittadini”.

Ghinelli non aveva ricevuto dunque nessuna comunicazione fino ad oggi e non è mai stato sentito dagli inquirenti. Il suo coinvolgimento nella vicenda è legato alle intercettazioni telefoniche. Una in particolare, quella del 4 giugno, quando Ghinelli chiamò l'assessore Merelli. Ecco quanto riportato nelle trascrizioni delle intercettazioni: 

 "... gli asini che volano devono essere visti come tali da tutti... non solo da chi scrive..." e "fate questo incontro rapidamente perché ... devi essere molto chiaro e diretto... se questa persona non intende fare questa cosa ... e dal momento che ce lo abbiamo messo noi ... si parla con Mario Agnelli... e si dice schiedati (parola non ben compresa) e ci si mette un altro... ma non è accettabile che uno messo lì da noi.. non ci stia a sentire..."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Ghinelli indagato per favoreggiamento: "Disponibile a parlare con i magistrati"

E per spiegare il senso di questa frase, il primo cittadino potrebbe essere sentito dai magistrati. Lui ha dato la sua disponibilità, al momento però non risulta nessuna convocazione. 

Inchiesta Coingas: tutte le tappe

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • L'impatto contro un albero, poi l'intervento d'urgenza: muore giovane padre

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento