Blocco di cocaina nascosto negli slip: inseguito in centro storico e arrestato. Poteva confezionare centinaia di dosi

E' stata una notte movimentata quella appena trascorsa in via del Saracino. I militari hanno infatti portato a termine un'attività che ha permesso di bloccare l'immissione sulla piazza aretina di alcune centinaia di dosi di cocaina

Aveva pensato di nascondere la droga negli slip, sperando di non essere notato. Invece alla sua vista i carabinieri della compagnia di Arezzo non hanno esitato: lo hanno riconosciuto e si sono avvicinati. Lui, pregiudicato 33enne, si è subito dato alla fuga ma è stato raggiunto e arrestato. 
E' stata una notte movimentata quella appena trascorsa in via del Saracino. I militari hanno infatti portato a termine un'attività che ha permesso di bloccare l'immissione sulla piazza aretina di alcune centinaia di dosi di cocaina. 

Il 33enne, di origini rumene,  è stato notato durante un serivizio di controllo del territorio dai militari: era una faccia a loro nota, avevano avuto a che fare con lui in passato. Così si sono avvicinati e lui è scappato a piedi. Di corsa lo hanno inseguito fino a via del Saracino dove è stato bloccato. Durante la perquisizione personale hanno scoperto che nascondeva negli slip un blocco di cocaina purissima del peso di 85 grammi. Droga che, tagliata e venduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare fino a 10 mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In seguito i carabinieri hanno eseguito anche una perquisizione nell'abitazione del 33enne, nel centro storico. All'interno hanno trovato e sequestrato una piccola quantità di hashish, 2 bilancini elettronici per la pesatura dello stupefacente e materiale per il confezionamento delle dosi. Non sarebbero invece state rinvenute sostanze utili per il taglio delle dosi: secondo l'ipotesi dei carabinieri, probabilmente l'uomo si affidava al lavoro di altri complici per questa fase, mentre in seguito si sarebbe occupato direttamente di confezionare le dosi .Sempre nell'abitazione è stata trovata e sequestrata la somma di 840 ritenuta provento dell’attività di spaccio.
Il romeno veniva associato presso la Casa Circondariale di Arezzo.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • L'impatto contro un albero, poi l'intervento d'urgenza: muore giovane padre

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento