Cacciatore in arresto cardiaco salvato dalla rete dell'emergenza

Le prime istruzioni ai colleghi cacciatori per il massaggio cardiaco poi l'arrivo di ambulanza e automedica

I soccorsi

Un cacciatore di 65 anni è andato in arresto cardiaco mentre si trovava nella zona di caccia di Poppi con la sua squadra. Sono stati i colleghi a chiamre il 118 poco prima delle 13,00 e a ricevere le prime istruzioni al telefono per praticare il massaggio cardiaco in attesa dei soccorsi. Nel frattempo l'ambulanza blsd raggiunge il luogo dove si trovava il 65enne che viene defibrillato, poi l'attività viene continuata all'arrivo dell'automedica e così l'uomo riprende coscienza. A questo punto è stato il Pegaso atterrato nella zona che lo ha preso in carico trasportandolo a Careggi in codice rosso.

Una procedura che ha messo in campo le forze e la presenza di tutta la catena dell'emergenza a partire dagli operatori che hanno dato le prime iscurzioni al telefono agli amici cacciatori fino ai sanitari del Pagaso. Anche questa volta grazie alla collaborazione completa della rete dell'emergenza si è potuto salvare una vita

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

  • Runner 45enne in arresto cardiaco, ragazza in bici si ferma e gli fa il massaggio al cuore: salvato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento