Maxi blitz al Pionta: in 25 restano in carcere. Caccia ad altre 7 persone

Si è conclusa nella notte l'udienza di convalida dell'arresto. Vanno avanti le indagini

Sono 24 gli spacciatori rimasti in carcere e per sette sta ancora continuando la caccia all'uomo. I primi esiti delle convalide degli arresti avvenuti durante la maxi retata al Pionta sono emersi questa mattina: sei dei giovani arrestati sono stati rimessi in libertà con misure cautelari meni aflittive in virtù di posizioni meno gravi. 

La lunghissima udienza, iniziata ieri mattina alle 9, è terminata nel cuore della notte: era circa l'una quando il gip Piergiorgio Ponticelli ha letto il dispositivo. Ore e ore per sentire tutti gli arrestati, anche se quasi tutti, accompagnati dai propri legali, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini però non si sarebbero concluse. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbero 7 gli spacciatori che ancora non sono stati rintracciati. Su di loro gli uomini della Squadra Mobile, coordinati da Francesco Morselli, avrebbero raccolto elementi di prova in merito a spaccio di sostanze in quantità considerata importante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento