"I nostri bambini picchiati dalla maestra", a Domenica In la lettera dei genitori di un piccolo dell'asilo di Montevarchi

La missiva è stata letta da Maria Venier. La popolare conduttrice ha lanciato un appello affinché la vicenda non "finisse nel dimenticatoio"

Hanno scritto a Mara Venier per riportare l'attenzione sul caso che,loro malgarado, li ha travolti la scorsa estata. La lettera, spedita da due giovani genitori di un bimbo che aveva frequentato l'asilo L'isola della fantasia di Montevarchi, la cui maestra è sotto inchiesta per maltrattamenti, è stata letta in diretta a Domenica In, nello spazio dedicato dalla conduttrice ai suoi spettatori. 

La coppia ha raccontato, nero su bianco, di come solo adesso, a distanza di alcuni mesi, sia riuscita a superare lo choc di qunto avvenuto. La conduttrice ha poi lanciato un appello affinché la vicenda non finisca nel dimenticatoio. 

Di fatto le indagini stanno ancora proseguendo. 

La vicenda risale a questa estate, anche se le sue radici affondano più indietro nel tempo. Sono stati i carabinieri della compagnia di San Giovanni a compiere le indagini che hanno portato alla denuncia dell'educatrice 41enne che dallo scorso luglio è stata interdetta dall'esercizio della professione per un anno. 

Le indagini sono partite in seguito alla segnalazione di alcune mamme: erano preoccupate per i comportamenti insoliti dei figli. I piccoli avrebbero inizialmente raccontato di ricevere schiaffi e pizzicotti da una delle loro maestre. In tre mesi di monitoraggio sono stati documentati numerosi episodi durante i quali la maestra picchiava e minacciava i bambini.

Le violenze avvenivano sempre quando la maestra si trovava da sola mentre le sue collaboratrici erano in pausa o impegnate in altre stanze: in quelle occasioni, la donna, ad ogni minimo atto di disobbedienza mostrato dai bambini, li percuoteva con schiaffi sulla testa o sul corpo, pizzicotti o frasi minacciose circa l’arrivo “del dottore”. Tutto documentato da telecamere nascoste, piazzate dai militari  all'interno degli edifici. 

Le altre insegnanti sarebbero state totalmente ignare e all’oscuro di quanto accadesse in loro assenza. 

Di fronte alle immagini che le furono mostrate, la donna crollò e ammise le sue colpe esprimendo il suo dispiacere per l'accaduto. 

Le indagini sarebbero prossime alla chiusura: dopo il caso sarà dibattuto in tribunale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Dramma nella notte, morto Gabriele Frosini: malore fatale

  • E' morto Beppe Bigazzi, noto volto de La Prova del Cuoco

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Baby inventori aretini portano il futuro in ogni casa. Il vecchio impianto elettrico? Diventa domotico

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento