Il grande gelo e mattina caos ad Arezzo: code, incidenti, strade chiuse. Camioncino Sei Toscana rovesciato

E' successo di tutto per le lastre di ghiaccio in strada: auto a passo d'uomo e raffiche di lamentele

Una mattinata assurda per Arezzo città e disagi a macchia di leopardo in tutta la provincia. Colpa del gelo, delle strade scivolose e, ovviamente, dell'imprudenza alla guida. Numerosi i sinistri, piccoli e grandi, per fortuna non particolarmente gravi, che si sono verificati per veicoli scontratisi o finiti fuori carreggiata.

Code sul raccordo e sulla Setteponti

Nel capoluogo, in particolare, si lamentano le lunghissime code per arrivare al lavoro, con auto costrette a procedere a passo d'uomo per via del ghiaccio. Dove il sale è stato sparso i problemi sono stati limitati, ma alcune zone rimaste in ombra per l'intera mattina hanno continuano ad essere insidiose fino a tardi. Per non parlare delle arterie minori, delle frazioni e delle zone periferiche (Quarata, Venere, in particolare) rimaste scoperte dal passaggio degli spargisale e messe a dura prova dalle lastre di ghiaccio presenti in strada.

Mezzo Sei Toscana finisce nel campo, strada chiusa a Montione

La via di Montione, dopo un incidente di prima mattina, è stata chiusa. Un mezzo di Sei Toscana che stava effettuando il giro della raccolta della spazzatura è infatti finito fuori strada, in un campo laterale. Nonostante il volo, nessun ferito grave. Altro incidente sulla salita di Venere, con una Fiat 500. In questa zona, lamentano i residenti, non sono passati gli autobus pubblici. Chiusa precauzionalmente anche la salita di Piaggia del Murello, che di mattinata risultava particolarmente pericolosa. E poi ci sono state le vie di comunicazioni principali a lungo congestionate: la Setteponti, la Sr 71 in Valdichiana e Casentino, con lunghe code fino ad Arezzo, il raccordo in tilt, anche se per un camion in fiamme, la tangenziale con centinaia di auto imbottigliate, costrette a procedere lentamente per via della carreggiata scivolosa.

Gli incidenti in provincia

E non è certo meglio andata in provincia, dove - tra l'altro - si sono registrati gli incidenti più seri: un 50enne scontratosi con il guard rail laterale della E45 a Pieve Santo Stefano, e una 19enne portata con Pegaso a Careggi dopo essersi cappottata a Bibbiena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento