Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Day after, le criticità più forti a Rigutino, Cesa e Bagnoro. I soccorsi nelle zone colpite, danni alle aziende

Una situazione difficile e diffusa in varie zone dell'Aretino

 

La pioggia incessante ha iniziato a battere sui tetti di Arezzo ieri pomeriggio, poco dopo pranzo. Acqua mista a grandine. In Valdichiana i chicci grandi come pugni hanno fatto anche danni all'agricoltura, ma poi i disagi con il passare delle ore sono aumentati, determinando una vera situazione d'emergenza

Arezzo si è allagata, le strade sono state chiuse, come nella zona di San Zeno, alle Ristradelle e lungo la 71. Allagata completamente via Fiorentina, ma anche Via Romana. A Rigutino si è forse registrato lo scenario più drammatico, con intere strade compeltamente allagate, dove non è stato possibile distinguere la parte asfaltata dai campi. La pizzeria i 4 Gatti lungo la statale e le case adiacenti hanno avuto due metri di acqua. La tettoia del locale è andata distrutta. Per arrivare a Castiglion Fiorentino e Cortona la circolazione è stata deviata su Palazzo del Pero e La Foce.

Acqua fino alle ginocchia a Pescaiola, in via Alessandro dal Borro all'altezza del cavalcavia della circonvallazione. 

Particolarmente colpita la zona del Bagnoro, dove l'esondazione di due torrenti ha provocato l'allagamento di case e scantinati. Il fango e l'acqua scendendo nella zona più bassa hanno invaso e riempito la Pieve di Sant'Eugenia al Bagnoro. Il portone aperto e l'acqua oltre la metà dell'altezza è diventata una delle scene simbolo della drammatica giornata di ieri.

allagamento-azienda-pratacciTantissimi gli uomini impegnati da ore a rimuovere detriti, aiutare famiglie in difficoltà e prevenire altri smottamenti. L'obiettivo è anche quello di rendere libera la circolazione prima possibile.

Gli allagamenti hanno interessato anche le aziende. Alcuni danni si sono provocati a causa dell'acqua all'interno di stabilimenti e capannoni, come a Pratacci.

Famiglie senza luce ed evacuazioni

Tra le famiglie maggiormente bisognose di aiuto ci sono state le 3000 persone rimaste a casa senza energia elettrica, le autorità hanno evacuato ieri sera 4 persone da Pieve a Quarto per smottamento di un terreno e altre 4 persone da Via Anconetana per la caduta di un controsoffitto e allagamento della loro abitazione.

Salta la luce in Pieve durante il matrimonio

Nubifragio ad Arezzo: aperto il centro operativo comunale

Raccomandazioni e soccorsi

La raccomandazione per tutti è di non prendere l'auto e di non spostarsi se non per motivi davvero impellenti. Per ogni segnalazione nella città di Arezzo c'è a disposizione il numero della manutenzione di Arezzo 0575 - 377347. Il Comune di Marciano da ieri sera ha chiesto ai suoi cittadini di non spostarsi nella zona di Cesa, molto colpita delle piogge e dove è all'opera la Protezione Civile. 

Già ieri le squadre di vigili del fuoco sono arirvate da Siena e da Prato e nella giornata di oggi è previsto l'arrivo della Colonna Mobile della Regione Toscana con 20 mezzi e le idrovore, a dar man forte nelle operazioni di soccorso. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento