Anche Arezzo nell'accordo tra Anci e Interno, Sap: "Incidenti stradali anche di notte alla Polizia Locale"

"Le volanti della Polizia di Stato presenti costantemente sul territorio sono solamente due e, in taluni casi, una. Quando sono obbligate ad occuparsi degli incidenti stradali, non possono svolgere i servizi di prevenzione e repressione di contrasto alla criminalità lasciando il territorio di fatto scoperto"

Una pattuglia serale della Polizia Locale di Arezzo

La segreteria provinciale del sindacato Autonomo di Polizia di Arezzo esprime soddisfazione per l’accordo stipulato dal Ministero dell’Interno con l’Anci finalizzato a rafforzare l’azione di prevenzione e repressione dei reati nelle città capoluogo metropolitano, dei capoluoghi di regione e di determinati capoluoghi di provincia, fra i quali è presente anche Arezzo. E' il segretario provinciale del Sap, Antonio Claudio Gibelli che spiega i contenuti legati al fatto che dando un ruolo preminente sulla sicurezza stradale e incidenti stradali nell'arco delle 24 ore alla Polizia Locale, di conseguenza migliora il compito della polizia di stato nellarepressione dei crimini e dei reati che si compiono nella maggior parte delle volte negli orari notturni.

L’attività di controllo del territorio sarà migliorata attraverso l’attribuzione alle Polizie Locali di un ruolo preminente nell’espletamento dei servizi di Polizia stradale sulla viabilità urbana, compresa la rilevazione degli incidenti stradali, nell’intero arco delle ventiquattro ore. Alla luce della convenzione stipulata la segreteria provinciale di Arezzo ha inteso sensibilizzare il sindaco nonché il prefetto affinché venga data effettiva e celere esecuzione al suddetto accordo attribuendo alla Polizia Locale, nel rispetto delle normativa vigente, il previsto ruolo di preminenza nell’attività di rilievo di incidenti stradali nell’intero arco delle 24 ore.

Resta comunque un accordo difficile da mattere in pratica, stando così l'organico della polizia locale, organizzato in turni, ma che non copre la notte e terminando all'1,00. Anche se avrebbe un risvolto significativo nell'impiego delle volanti della polizia di stato, come spiega ancora Gibelli:

Una siffatta organizzazione dei compiti, consentirà di impiegare le Volanti della Polizia di Stato principalmente nell’attività di controllo del territorio, così da sviluppare un maggiore e più incisivo contrasto alla criminalità, sia in funzione preventiva che repressiva dei reati predatori. A causa del taglio degli organici e del mancato turnover avvenuto negli ultimi 10 anni nella nostra città le “Volanti” della Polizia di Stato presenti costantemente sul territorio sono solamente due e, in taluni casi, una. Quando sono obbligate ad occuparsi degli incidenti stradali, non possono svolgere i servizi di prevenzione e repressione di contrasto alla criminalità lasciando il territorio di fatto scoperto.

Fermi restando i diritti e le prerogative previste per il personale della Polizia Locale, auspichiamo che quanto prima siano adottate iniziative volte a realizzare i suddetti interventi orientati ad assicurare un’efficacia sinergia tra le Forze di Polizia e la Polizia Locale, strumentali a garantire ed implementare la sicurezza di tutti i nostri concittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

  • Schianto auto moto, due 19enni feriti: uno soccorso con Pegaso

  • Ciclista travolto da un'auto. La conducente: "Non l'ho visto", scatta la denuncia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento