Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Frassineto un altro cuore spezzato: fango, detriti e mobili da buttare. Operazioni ancora in corso

La testimonianza: "Una tempesta tropicale, strada per Poggio Ciliegio riaperta grazie alle ruspe di un privato"

 

Mobili danneggiati, detriti e tutto quello che è stato travolto e sciupato dal fango lungo la strada. Una breve immagine che descrive lo stato di un paese, quello di Frassineto, frazione di Arezzo che guarda alla Valdichiana. La vallata più colpita dal maltempo di sabato 27 luglio.

frassineto-4

Le operazioni di bonifica sono ancora in corso. Ci sono da riportare alla normalità le vite quotidiane dei cittadini. Le loro case sono state invase dall'acqua e dal fango. Allagati i seminterrati e in alcuni casi anche i primi piani. 

A esondare è stato il Rio Rigutino, che ha così spinto le sue acque nei campi, nelle strade e nelle abitazioni. La viabilità è stata interrotta il giorno stesso del nubifragio, poi ieri piano piano riaperta. Oggi di nuovo chiusa proprio per permettere le operazioni di ripulitura dei detriti dalle case.

Contemporaneamente sono state colpite le zone limitrofe di Poggio Ciliegio e della zona della Tenuta di Frassineto e Rigutino.

"E' stata come una tempesta tropicale, dalle 14:30 circa di sabato ha piovuto per 8 ore di fila senza smettere di intensità - racconta ancora provato Jacopo Casali di Poggio Ciliegio - In 40 anni non avevo visto nulla del genere. Momenti difficili da affrontare, ma un plauso lo voglio fare alla Tenuta di Frassineto che nel corso dell'anno tiene puliti i fossi in maniera maniacale e ieri ha mandato in strada due delle sue ruspe per liberare la carreggiata dal fango e dai detriti. E' stato fondamentale per riaprire la viabilità tra Frassineto e Poggio Ciliegio."

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento