Ghinelli: "Denunciate tre persone e chiusa una lavanderia. Controlli a tappeto in parchi e aree verdi"

Il sindaco nella consueta conferenza stampa sull'aggiornamento legato al Coronavirus invita ancora una volta a rispettare le norme attualmente vigenti

Il sindaco Ghinelli apre la sua consueta conferenza stampa serale con i numeri relativi all'emergenza Coronavirus.

"I contagiati di Arezzo nelle ultime 24 ore sono aumentati di 1 unità, quindi attualmente ci sono 29 persone risultate positive al Covid-19. Il numero è decisamente buono. Mi auguro che nei prossimi giorni, anche in virtù del rispetto da parte vostra delle misure ristrettive, si arrivi ad una crescita zero per lo meno dei contagiati. I soggetti posti in quarantena sono 119, di cui 102 adulti e 17 minori, legati ancora al contagio in ambito scolastico".

I controlli della Polizia Municipale

Gli agenti della Polizia municipale hanno controllato 72 persone, che hanno presentato 45 autocertificazioni. Sono state denunciate tre persone per aver violato l'articolo 650 del codice penale. Inoltre è stata chiusa un'attività commerciale che ha contravvenuto al decreto del Governo; si tratta di una lavanderia. I controlli si sono concetrati particolarmente nei parchi Pertini, Tortaia, Campo di Marte e Villa Severi. I vigili sono aiutati dalle immagini del drone che sorvola alcune zone salienti della città. Proprio grazie a queste sono state pizzicate tre persone all'interno del parco di Pescaiola.

Estra

L'azienda ricorda che il tempo per richiedere il rinnovo dei bonus sociali per le famiglie in difficoltà nel pagare le bollette di energia elettrica e gas sono state prorogate di 60 giorni.

Decreto "Chiudi Italia"

E' intervenuto in collegamento il presidente della Camera di Commercio Arezzo-Siena Massimo Guasconi per spiegare un pò meglio l'applicazione del nuovo decreto "Chiudi Italia":

"Questo decreto ha dei limiti riguardo i codici Ateco, che sono attività economiche che presentano un codice numerico in base alla loro principale attività. Però questo numero non sintentizza sempre alla perfezione ciò che queste aziende svolgono. Per esempio l'attività del mondo tessile, che sono indicate tra quelle che devono essere chiuse in questi giorni, se sono riconvertite nella produzione di mascherine è chiaro che devono avere la possibilità di proseguire il loro lavoro. E' nella competenza delle Prefetture poter autorizzare o comunque accogliere queste segnalazioni che devono provenire da parte dell'azienda stessa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento