Ad Arezzo per incontrare il figlio, Spaccarotella in semilibertà. Dieci anni fa la morte di Gabriele Sandri

L'ex agente della polizia stradale di Battifolle Luigi Spaccarotella, condannato in via definitiva per l'uccisione di Gabriele Sandri, nell'area di sosta dell'autogrill di Badia al Pino l'11 novembre del 2007, divide la sua vita tra il carcere...

giorgio_sandri

L'ex agente della polizia stradale di Battifolle Luigi Spaccarotella, condannato in via definitiva per l'uccisione di Gabriele Sandri, nell'area di sosta dell'autogrill di Badia al Pino l'11 novembre del 2007, divide la sua vita tra il carcere, nel penitenziario militare di Santa Maria Capua Vetere e piccoli lavoretti di volontariato non retribuito in una Misericordia.

Spaccarotella, condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario con dolo eventuale, a maggio avrà scontato 7 anni di carcere. In questo periodo lontano dalla famiglia, come racconta questa mattina un articolo del Corriere di Arezzo, è tornato almeno tre volte nel territorio aretino in una zona protetta, il Monastero di Santa Maria del Sasso a Bibbiena, dove ha potuto incontrare il figlio nelle occasioni delle festività di Natale e Pasqua.

A seguire Spaccarotella, così come la sua famiglia, fin dai primi giorni dopo i tragici fatti, e anche nei rientri ad Arezzo c'è Padre Giovanni Serrotti.

E sabato prossimo 11 novembre saranno 10 anni dal quel tragico giorno in cui Gabriele Sandri morì per la pallottola che lo colpì alla testa mentre era appena rientrato in auto con gli amici, diretto a vedere la sua squadra del cuore, la Lazio, in trasferta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questi giorni sono stati i tifosi del Nizza diretti a Roma per la partita di Europa League con la Lazio, a rendere omaggio alla stele che si trova nell'area di sosta dell'autostrada a Badia al Pino dove Gabriele Sandri morì. Per sabato prossimo invece una celebrazione è stata organizzata dalla Curva Nord della Lazio e dalla famiglia Sandri, una marcia sotto la curva e una messa alla quale sono invitate tutte le tifoserie d'Italia che fina dai primi momenti sono stati vicino alla famiglia e portano avanti il ricordo di Gabriele Sandri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • Obbligo di mascherine sempre, ecco cosa dice l'ordinanza del sindaco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento