Anziani nel mirino, finti tecnici dell’acqua e falsi carabinieri ripuliscono le case

Giornata di truffe agli anziani quella di venerdì. Due episodi distinti, uno in Casentino e uno in Valdichiana. Entrambe le frodi hanno fruttato qualche migliaio di euro. Il primo caso si è verificato a Bibbiena, la vittima è una signora di 83 anni, che è stata raggirata per oltre 3mila euro. La tecnica adottata dai malviventi […]

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   12 febbraio 2017 5:28  |  Pubblicato in Cronaca, Arezzo, Casentino, Valdichiana

Articoli correlati



Giornata di truffe agli anziani quella di venerdì. Due episodi distinti, uno in Casentino e uno in Valdichiana. Entrambe le frodi hanno fruttato qualche migliaio di euro.

Il primo caso si è verificato a Bibbiena, la vittima è una signora di 83 anni, che è stata raggirata per oltre 3mila euro. La tecnica adottata dai malviventi è quella del “carabiniere”. La signora ha ricevuto una telefonata dai banditi che si erano spacciati per militari dell’Arma e che hanno chiesto alla donna una cauzione per liberare il marito, trattenuto – a loro dire – in caserma perché responsabile di un grave incidente stradale. Una bufala, ovviamente. Poco dopo, ecco suonare alla porta dalla signora uno dei due frodatori, presentatosi come maresciallo in borghese. L’uomo ha riscosso la finta cauzione ed è scappato assieme al complice.

L’altro caso si è verificato nel comune di Cortona. Stavolta i truffatori si sono spacciati per tecnici di Nuove Acque. Nel mirino è finita un’anziana di 81 anni che ha aperto la porta a due uomini che sostenevano di dover effettuare controlli. Con questa scusa si sono intrufolati in casa, uno ha chiesto alla signora di leggere il contatore, l’altro di far scorrere dell’acqua dal rubinetto per valutare una possibile torbidità. Tutte mosse per distrarre la signora. Nel frattempo, all’interno dell’appartamento, i due si sono dati da fare, riuscendo a rovistare tra i cassetti della camera da letto della donna e a portare via circa 1.500 euro in denaro contante oltre a gioielli d’oro del valore di alcune centinaia di euro.

@MattiaCialini

blog comments powered by Disqus