Pulire casa al rientro dalle vacanze: i nostri consigli stanza per stanza

Il rientro a casa può essere difficile anche per tutto quello che c'è da fare dopo settimane di assenza. I consigli per un appartamento pulito e in ordine

Vacanze finite, tempo di riprendere possesso della casa. Va pulita? Certo, dipende da come l'avete lasciata, ma se proprio avete bisogno di qualche consiglio abbiamo le dritte giuste. La prima cosa da fare è aprire le finestre per consentire il ricambio d’aria. Successivamente dovete disfare la valigia, dividendo gli abiti da conservare da quelli da lavare.

Il primo pensiero...è ancora la valigia

Prima di riporre la valigia, meglio pulirla perché sabbia o polvere si saranno accumulati nel corso delle vacanze. Come? Come prima cosa passate l’aspirapolvere per rimuovere anche negli angoli più nascosti i più piccoli granelli. In seguito, in una bacinella versate il detersivo per tessuti, e con una spugna lavate l’interno. La schiuma e i residui di sapone potranno essere rimossi con l’aiuto di un panno umido. Ora non vi resta che lasciarla asciugare al sole così da togliere anche eventuali cattivi odori.

Camera da letto

Nella stanza la prima cosa da fare è quella di cambiare le lenzuola se non avete messo un telo sul letto prima di partire. Nel corso delle settimane la polvere si è depositata sui tessuti. Un cambio di biancheria da letto è l’ideale per un meritato riposo dopo un lungo viaggio.

Cucina

Se prima di partire vi siete dimenticati qualche pacco di pasta o biscotti aperti, meglio controllare bene per evitare che all’interno si siano formati degli insetti. In caso della presenza di farfalline, meglio buttare le scatole aperte e ripulire i ripiani in modo accurato, con acqua e detersivo. Se avete staccato il frigorifero prima di partire, non vi resta che pulire i ripiani per eliminare i cattivi odori o la presenza di eventuali muffe.

Come pulire il frigorifero

Bagno

Se prima di partire avete pulito in modo approfondito il bagno, vi basterà prendere un panno umido e togliere i residui di polvere. In pochi muniti avrete un ambiente pulito e disinfettato.

Pavimenti

Per avere un ambiente bello e pulito, soprattutto se ci sono dei bambini a casa, meglio rimuovere la polvere. Per farlo in modo veloce, potete passare l’aspirapolvere e successivamente lavare i pavimenti. In questo caso dovete usare il detersivo adatto ai vari materiali come marmo, legno o ceramica.

Vetri

Se avete lasciato le tapparelle aperte, meglio pulire i vetri per eliminare la polvere accumulata o i segni di pioggia.

Balcone

É la parte della casa più esposta alle intemperie, quindi anche se prima di partire avete deciso di pulirlo, meglio farlo anche al rientro, perchè pioggia o vento potrebbero aver sporcato la superficie o trasportato residui di foglie o il terriccio delle piante. Questi dovranno essere rimossi con l’aiuto di un aspirafoglie o con paletta e scopa, facendo attenzione agli scoli.Togliete il primo strato di sporco con acqua e straccio. Successivamente mettete nel secchio dell’acqua con il detergente per pavimenti, se volete una soluzione naturale potete sostituire il detersivo con l’aceto. Ora non dovete fare altro che sciacquare e lasciarla asciugare. Successivamente potete lavare le balaustre. Se in ferro battuto, usate acqua e ammoniaca, successivamente passate un panno imbevuto con olio per evitare che arrugginiscano. Se è in marmo vi basterà usare acqua e sapone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piante

Se avete un terrazzo o un balcone pieno di piante, in seguito alla vostra assenza dovete dedicargli qualche attenzione in più. Come prima cosa spolverate le foglie con un panno umido, in questo modo lo sporco accumulato verrà via e avranno un colore più brillante. Una volta pulite, le foglie devono essere inumidite con un nebulizzatore e acqua distillata per nutrirle. Rimuovete ora, le foglie secche e i rametti lunghi e sottili, permetteranno alla pianta di respirare e di crescere senza impedimenti. Se non avevate un sistema di irrigazione artificiale, non vi resta che innaffiare le piante, senza esagerare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori app per fare videochiamate di gruppo

  • Coronavirus: quanto resiste veramente sulle superfici?

  • Come fare il lievito madre in casa

  • Come disinfettare tastiera e schermo del pc da batteri e germi

  • Hi-tech, ma ricettacolo di batteri: come pulire e sanificare il cellulare

  • Pulizia del televisore, come farlo nel modo giusto e senza graffiare il monitor

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento