Poca acqua dal rubinetto? Colpa del calcare, i rimedi green per pulire le tubature e non solo

I rimedi naturali per pulire il bagno dalle incrostazioni di calcare

Problemi con il rubinetto? Può dipendere dal calcare nelle tubature. Esistono i detergenti specifici, ma non sono l’ideale per chi vuole salvaguardare l’ambiente. Esistono prodotti naturali e con qualche trucco è possibile eliminare il problema salvaguardando la natura. 
I detergenti anticalcare sono efficaci, ma nello stesso tempo sono inquinanti per l’ambiente e potrebbero essere dannosi per noi. Per eliminare il calcare l’alternativa è quella di usare prodotti naturali. Questi oltre a restituirci un bagno pulito e splendente sono sicuri per l’ambiente. Ecco tutti i consigli per eliminare il calcare in modo green.

Tenda e box doccia

La doccia è la zona del bagno in cui il calcare si deposita maggiormente. Di plastica o di vetro a lungo andare le pareti diventano opache. Per eliminare il calcare potete creare una miscela con 1 parte di acqua e 2 di aceto bianco. Per  rendere l’ambiente profumato, potete aggiungere al composto l’essenza di olio scegliendo la profumazione che vi piace di più.

Dopo ogni doccia spruzzate il preparato sulle mattonelle e sulle pareti del box, lasciate agire per qualche minuto e risciacquate. Per eliminate l’eccesso d’acqua usate un lavavetro e asciugate con un panno in microfibra. Se ci sono zone in cui il calcare è resistente potete usare l’aceto caldo puro direttamente sulla parte interessata, lasciatelo agire per 10 minuti. Successivamente strofinate con una spugnetta e risciacquate con acqua calda ed asciugate la zona.

Se avete la tenda al posto del box doccia vi sarete accorti che anche questa è soggetta alla formazione di calcare e muffa. Quindi meglio lavarla periodicamente in lavatrice  a 30° aggiungendo due cucchiai di bicarbonato di sodio e aceto bianco. Se ci sono macchie di muffa, meglio strofinare la parte interessata con del bicarbonato di sodio.  

Sanitari e rubinetti

Eliminare il calcare dai sanitari se fatto periodicamente risulta semplice e veloce. Per avere un risultato splendente, preparate una crema con 2 cucchiai di bicarbonato, qualche goccia di acqua e 1 cucchiaio di aceto. Pulite la superficie con una spugnetta imbevuta del prodotto, risciacquate bene e asciugate.
Per quanto riguarda i rubinetti e il soffione della doccia, può succedere che il calcare ostruisca i buchi e limiti il passaggio dell’acqua. In questo caso smontate il diffusore e immergetelo in una miscela composta da 250 ml di acqua bollente e 150 ml di aceto. Lasciate il rubinetto in ammollo per circa 4 ore.
Se invece volete rimuovere il calcare dal resto del rubinetto, effettuate un pretrattamento con il limone. Lasciatelo agire per almeno 10 minuti poi pulite la parte con una spugna imbevuta di bicarbonato e aceto, sciacquate con acqua calda e asciugate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il wc

Per pulire il wc mettete il bicarbonato sulle pareti interne e lasciatelo agire tutta la notte. Il mattino successivo strofinare bene con lo scopettone, tirare l’acqua e ritornerà pulito.
Se il wc è particolarmente sporco, potete preparare una crema con bicarbonato, aceto caldo e succo di limone e distribuirla sulle pareti del wc. Anche in questo caso lasciate agire 12 ore e poi rimuovete l’eccesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come fare il lievito madre in casa

  • Come pulire il forno in modo naturale

  • Mosche, che fastidio: come tenerle lontane da casa

  • Pulizia del televisore, come farlo nel modo giusto e senza graffiare il monitor

  • Vicini di casa molesti: i 5 consigli per andare d'accordo con tutti

  • Coronavirus e smart working: 5 regole per lavorare (bene) da casa senza distrazioni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento