Porta a scomparsa: come montarla

Nelle case piccole ogni spazio deve essere sfruttato al meglio. Per non rinunciare alle porte limitando l’ingombro, la porta a scomparsa è la soluzione ideale. Vediamo come montarla con il fai da te

Case sempre più piccole, spazi ridotti e la necessità di sfruttare ogni centimetro. Le porte sono indispensabili per la privacy ma possono portare via spazio. Per evitare l’ingombro del pannello un’alternativa è la porta a scomparsa. Questo modello grazie ad un meccanismo scorrevole e ad un controtelaio metallico riesce a scomparire all’interno del muro. Per gli esperti del fai da te montarla non è difficile, vediamo come avere la porta scorrevole e recuperare spazio. Molti pensano che montare le porte a scomparsa a posteriori non sia possibile. In realtà questa modifica può essere effettuata in qualsiasi momento. Il controtelaio deve essere inserito all’interno della cavità della parete. Se i muri esistono già, bisogna abbatterli e ricostruirne di nuovi attorno al controtelaio. Per facilitare il lavoro potete scegliere di realizzare la parete in cartongesso, scegliendo un controtelaio adatto al materiale. L’unico ostacolo si presenta quando il muro su cui si vuole inserire è portante. In questo caso dovete fare qualche lavoro in più.

Come montare il controtelaio

Il montaggio del cassonetto del controtelaio, non è difficile, basta essere esperti di fai da te. Le dimensioni del cassonetto devono adattarsi a quelle della porta. Ci sono delle misure standard, ma in caso di pareti più spesse o particolarmente alte, è possibile farli fare su misura. Prima di montarlo, bisogna controllare l’allineamento del controtelaio, se ci sono delle piccole discrepanze, potete eliminarle usando degli spessori. Una volta controllato l’allineamento, bisogna inserire sul cassettone il traverso con il binario di scorrimento. Questo dovrà congiungersi con il montante opposto e per avere una struttura ferma e funzionante, si devono inserire i distanziatori. A questo punto si deve intonacare il controtelaio. Mettete l’intonaco all’interno della rete metallica e piegate verso l’esterno le zanche del pannello con delle pinze, per adattarsi all’apertura della muratura. Per essere stabile deve essere bloccata con la malta. Il cassonetto in cui scorre la porta, sostituisce una parte o l’intero muro, quindi deve diventare tutt’uno con la parete. Il controtelaio ormai pronto deve essere fissato al pavimento con tasselli. Per un risultato impeccabile usate come guida le alette forate presenti sulla parte inferiore del pannello. L’intonacatura è semplice perchè ogni controtelaio è dotato di una rete metallica su entrambi i lati. Il primo strato serve per il fissaggio, quindi deve essere privo di vuoti e regolare. Quando si sarà rappreso, ma non essiccato, si deve rasare il cassonetto con la malta fine perchè è la parte più esterna, quella che dà la finitura alla parete. Prima di tinteggiare o montare la parete bisogna attendere l’asciugatura dell’intonaco. Una volta trascorso il giusto tempo, prima di procedere con il montaggio della porta si deve rimuovere la mascherina che chiude lo spazio interno del cassonetto. Fatto questo si deve bloccare il nasello di guida, si fissa una parte del telaio e si inseriscono i carrelli nelle guide di scorrimento. Ora è arrivato il momento di montare la porta scorrevole alla guida del cassonetto e terminare con la tinteggiatura della parete.

Prodotti on-line per la porta a scomparsa

Porta Scorrevole in Vetro Satinato 

Porta scorrevole scomparsa 

Binario per Porta Scorrevole

Controtelaio per porte a scomparsa

Controtelaio per Porta Scorrevole con Struttura a Incastro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dieci consigli per evitare furti in casa

  • Aumento del contatore elettrico: costi e a chi rivolgersi

  • Come avere il bagno in ordine

  • Giardino perfetto: come, quando e cosa seminare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento