Colore nuovo, casa nuova: impara a tinteggiare le pareti in modo professionale

La preparazione della casa, l'acquisto dei materiali e il procedimento. La guida al 'fai da te'

Le pareti sono ingiallite o più semplicemente volete ravvivare la vostra casa? Durante il lockdown numerose persone si sono dedicate a lavoretti domestici dalla cura dei giardini a quella degli infissi (soprattutto in legno) fino alla tinteggiatura. Un lavoro che possiamo includere tra le varie attività del 'fai da te' se abbiamo tempo, pazienza e prestiamo particolare attenzione. Vediamo come fare.

L’attrezzatura 

La prima cosa da fare è misurare le singole facciate da dipingere, in modo tale da farsi un’idea del materiale da acquistare e, eventualmente, dell’aiuto che ci serve. Fatto? A questo punto si può comprare l’occorrente: 

-    Rullo per pittura pareti o pennellessa (150 x 50 mm) 
-    Griglia per far sgocciolare il rullo 
-    Pennello piccolo per gli angoli 
-    Vernice 
-    Secchio per diluire la vernice se necessario 
-    Una scala

Luce naturale in casa? I consigli per avere ambienti luminosi

In stanze come il bagno e la cucina è possibile che vi troviate ad affrontare il problema dell’umidità. Ecco perché per questi spazi è consigliabile scegliere delle idropitture traspiranti. Per stanze che richiedono un maggiore isolamento termico si può usare l’idropittura isolante. 

Prima di iniziare

Prima di iniziare bisogna proteggere le parti della casa non interessate dalla pittura. Ecco dunque che ci servirà della carta adesiva per i battiscopa, zoccolini, maniglie e interruttori. Avremo bisogno anche di vecchie lenzuola o teli di cellophane per riparare i mobili e il pavimento. A proposito di mobili, quelli che è possibile spostare con facilità radunateli al centro della stanza. Occorre però proteggere anche sé stessi con dei guanti, mascherina, berretto, copriscarpe e tuta in tessuto-non tessuto. Ricordate di togliere quadri e chiodi dai muri e chiudi questi ultimi con dello stucco. 

Procedimento 

Iniziate a dipingere dagli angoli con il pennello più piccolo (non dimenticate il retro dei termosifoni), poi con il rullo passate alle pareti più grandi seguendo una linea perpendicolare al pavimento. Attenzione: non dimenticate di far sgocciolare il rullo nell’apposita griglia dopo averlo immerso nel secchio di vernice, stesso discorso per pennello e pennellessa. Se siete alle prime armi potete iniziare in un piccolo stanzino, magari lo sgabuzzino, in modo che eventuali “danni” saranno meno visibili. Non fate pause proprio in questa fase: quando riprenderete il lavorare vedreste una tonalità di colore differente. E’ consigliabile eseguire sempre una seconda passata di vernice, muovendo il pennello perpendicolarmente alle linee della prima tinteggiatura. Alla fine ricordate di eliminare con della carta vetrata le eventuali sbavature. 

Dove rifornirsi

Il materiale necessario, oltre che nelle numerose ferramente della città, può essere acquistato in punti vendita specializzati nel materiale da ristrutturazione:

Colorificio Erreesse - Via Newton 50, Arezzo (tel. 0575 382203)

Market Color - Largo XVI Luglio 73/75, Arezzo (tel. 0575 904941)

Milani Colori - Via Samuel Morse 48, Arezzo (tel. 0575 382722)

Fercolor - Via Michelangelo da Caravaggio 24/26, Arezzo (tel. 0575 356689)

Ferramenta Tecnomec - Via Giuseppe Chiarini 71/C, Arezzo (tel. 0575 900122)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obi Arezzo - Viale Giovanni Amendola 20, Arezzo (tel. 0575 301601)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecobonus e sismabonus al 110%: come accedere, tipi di interventi e costi

  • Condizionatori: le regole per la pulizia e un uso in sicurezza

  • Comprare casa: come scegliere l'immobile, il quartiere e il notaio

  • Case popolari: la graduatoria provvisoria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento