Fra robotica e domotica, le nuove frontiere dell'Istituto Tecnico Professionale di Arezzo

L’Istituto Tecnico Professionale di Arezzo -  e cioè l’Istituto Vasari, l’Istituto Orafo e la Margaritone -  si è profondamente rinnovato negli ultimi anni. Le cose più sorprendenti sono avvenute nei campi della scienza e della tecnica considerati...

ARDUINO

L’Istituto Tecnico Professionale di Arezzo - e cioè l’Istituto Vasari, l’Istituto Orafo e la Margaritone - si è profondamente rinnovato negli ultimi anni. Le cose più sorprendenti sono avvenute nei campi della scienza e della tecnica considerati innovativi: Domotica e Robotica.

L’Indirizzo ‘Elettrico’, ad esempio, ha introdotto quell’importante software, chiamato ‘Arduino’, che consente oggi di comandare a distanza sistemi di sicurezza, elettrodomestici, impianti di riscaldamento, circuiti televisivi e così via. Una piattaforma elettronica basata su hardware e software facili da usare".

Infatti, le schede elettroniche Arduino sono molto piccole ed economiche, ma estremamente versatili. Essenzialmente una scheda Arduino è un elaboratore che legge un input e restituisce un output; ognuno di noi può programmarlo usano l'Arduino Programing Language e l'Arduino Software (IDE), che è basato su un linguaggio semplificato che risponde al nome di Processing. Arduino nasce nel 2005 presso ad Ivrea, e negli ultimi undici anni migliaia di persone in tutto il mondo lo hanno scelto per realizzare i propri progetti. In molte scuole Superiori, incluso il nostro Tecnico Professionale, Arduino è diventato una grande risorsa didattica.

Arduino è uno strumento chiave per imparare nuove cose. Potete modificare la macchina del caffè con Arduino per trovarlo appena fatto ogni giorno alla stessa ora, oppure 10 minuti dopo che vi siete alzati - collegandolo allo smartphone. Potete usarlo per costruire sensori nella cassetta della posta, ed essere avvisati quando arriva qualcosa. Potete realizzare una stazione meteorologica anche molto complessa, automatizzare una porta o una serratura, regolare il forno, rendere intelligenti le luci di casa. Arduino è compatibile con praticamente tutti i sensori esistenti (temperatura, umidità, battito cardiaco, luce, etc.), e anche per questo la lista di possibilità è virtualmente infinita, e tutto dipende dall'inventiva. "È il tipo di progetto che troviamo nelle storia di fantascienza, scriveva nel 2011 James Provost. Ma ora queste idee fantastiche diventano reali, ed è molto probabile che non siano ingegneri a realizzarle". C’è anche chi ha realizzato scarpe autoallaccianti ben prima che Nike le mettesse in commercio, mentre l’Eyewriter si collega a un PC e permette di scrivere solo muovendo gli occhi, C’è poi Plantduino che è un sistema di automazione per piccole serre domestiche e la giacca per ciclisti con frecce lampeggianti.

Il Corso di Arezzo del Tecnico Professionale utilizza Arduino per la Domotica. La Domotica svolge un ruolo importantissimo nel rendere intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi di aziende, ospedali, case ed uffici. Ad esempio un impianto elettrico intelligente può autoregolare l'accensione degli elettrodomestici. Con una telefonata può venir acceso il riscaldamento prima del nostro arrivo a casa. E’ così., che con “ casa intelligente”, si mettono a disposizione delle persone impianti dove apparecchiature e sistemi sono in grado di svolgere funzioni parzialmente autonome o programmate dall'utente od anche completamente autonome.

Il Diplomato dell’Indirizzo Elettrico ha le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione di quest’impianti e apparati tecnici. Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori: elettronica, elettrotecnica, e specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio. È in grado di controllare e ripristinare gli apparati ed il loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente. E’ chiamato ad assistere gli utenti ed a fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi.

Accanto alla Domotica è stata inserita l’altra grande novità dei tempi nostri: la Robotica.

L’Istituto ha sottoscritto un accordo con la COMAU, l’azienda piemontese legata la gruppo Fiat Chrysler e leader del settore dell’automazione nel mondo intero, per offrire ai propri studenti la possibilità del Patentino della Robotica. Vi si sono iscritti 20 studenti e la “Classe COMAU” del Tecnico Professionale, da quest’Anno, consegnerà i primi Patentini dopo una giornata degli studenti a Grugliasco, vicino Torino, Sede operativa con quasi 10mila dipendenti della COAMU stessa. Il costo dell’Iscrizione è stato di soli 200 euro per le famiglie.

Il settore dell’automazione è in forte sviluppo in tutto il mondo. La domanda di robot industriali in Italia, secondo mercato europeo del settore, nel primo trimestre del 2017 è aumentata del 13% (“Il Sole 24 Ore”, 17/05/2017). Lo sviluppo delle discipline STEM

(Science, Technology, Engineering and Mathematics) è riconosciuto oggi tra gli obiettivi principali del sistema scolastico italiano e internazionale. Il 75% degli studenti che hanno competenze nell’automazione e robotica trovano lavoro entro un anno; la quota sale al 90% per coloro competenti per l’industria 4.0.

La Scuola ha costruito la Classe COMAU intorno all’Indirizzo Aeronautico presente presso la Sede Orafi di Via Golgi (accanto al palazzetto dello Sporto delle Caselle).

Ben 12 studenti della Classe 3° del Tecnico dei Trasporti e Logistica Aeronautico hanno aderito all’iniziativa.

Sono guidati dal prof. Gianfranco Salvadori, ingegnere Aereonautico in servizio presso l’Istituto.

La certificazione che COMAU rilascerà ai migliori studenti riguarderà l’uso e la programmazione di robot industriali. Riconosciuta a livello internazionale equivale a quella rilasciata a professionisti e aziende. Gli studenti possono conseguirla sostenendo un esame al termine di un percorso formativo, che permette loro di diventare esperti di robotica

già a scuola. Inoltre, la proposta formativa è riconosciuta dal MIUR come percorso

di Alternanza scuola-lavoro, per un totale di 100 ore a studente.

Dopo una Introduzione su Robotica e Industria 4.0, con test di valutazione On-line, il Corso affronta le procedure di base di un sistema robotizzato, i ‘filedbus’ ed i sistemi di riferimento. Il percorso affronta, poi, un Modulo di 40 ore di lezione per Programmare il movimento del Robot ed una parte finale relativa alle procedure straordinarie dei sistemi robotizzati ed alcuni approfondimenti.

Al termine è prevista la visita alla COMAU e l’Esame finale per il Patentino della Robotica., gli studenti hanno la possibilità di esercitarsi su quanto appreso durante il corso

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luce e gas: arrivano i rincari in bolletta. Ecco come ottenere sconti e riduzioni

  • Baby inventori aretini portano il futuro in ogni casa. Il vecchio impianto elettrico? Diventa domotico

  • Quando si possono accendere i termosifoni? Date e orari città per città

  • L'insetto che puzza: come allontanare la cimice verde

  • Come eliminare le macchie di umidità dalle pareti di casa

  • Installazione finestre: quali scegliere e come risparmiare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento