Naturale o di plastica? Ecco come scegliere l'albero di Natale

Anche se non amate particolarmente gli addobbi natalizi, l'albero è un elemento davvero imperdibile. Ecco le cose da considerare quando scegliamo di acquistarne uno vero o uno finto

Meno di un mese al Natale, la festa per eccellenza in cui addobbare casa per creare la giusta atmosfera è d’obbligo. Anche se non siete degli amanti delle decorazioni in ogni stanza, c’è almeno un elemento che non può certo mancare in nessuna abitazione: l’albero di Natale. Ma oltre a scegliere la dimensione, la domanda da porsi è: albero di Natale finto o abete vero? Per questo prima di scegliere un modello piuttosto che un altro vanno considerati i pregi e i difetti di entrambe le tipologie. Ecco allora le caratteristiche più importanti per scegliere l’albero di Natale che corrisponde alle nostre esigenze.

Albero di Natale finto

Vantaggi

Durata - La durata è una delle caratteristiche principali di questo modello. Se avete a cuore l’ambiente, non dovrete disboscare ogni anno la foresta Nera per avere il vostro abete natalizio. L’albero in plastica, infatti, può essere usato diversi anni di seguito,diversamente da quello vero (a meno che non lo trapiantiate nel luogo giusto e nei tempi adatti, prima che muoia). Se optate per un modello artificiale  di buona qualità, potrete riutilizzarlo anche per 10-15 anni di seguito.

Tipologia - Un altro vantaggio dell'albero artificiale è la possibilità di scegliere il modello in base alle nostre necessità di spazio. Quello slim è perfetto se la camera che si sviluppa in altezza, mentre quello piccolo è indicato nell'ambiente non molto grande. Inoltre, si può scegliere il colore, dal classico verde, a quello con alcuni rami leggermente innevati o quello bianco per chi ama lo stile moderno. 

Qualità e praticità - Attualmente i materiali impiegati per la realizzazione degli alberi sono davvero di ottima qualità. Mentre prima si notava la differenza a colpo d'occhio, attualmente molti alberi artificiali sembrano veri. Un'altra caratteristica è quella di essere estremamente pratici. Mentre quelli veri devono essere trasportati e sono pesanti, quelli artificiali, sono leggeri. Inoltre, una volta terminate le feste, basta smontarli e rimetterli nella loro scatola pronti per essere usati l'anno successivo.

Costo - Per quanto riguarda i costi, tra quello artificiale e quello naturale non c'è molta differenza. Il discorso cambia quando si parla di durata. Mentre la spesa del primo può essere ammortizzata nel corso degli anni, quello vero no. Di solito la durata media è di un anno e ogni volta bisogna acquistarne uno nuovo. 

Manutenzione e sicurezza - In questo caso la manutenzione è quasi inesistente, il modello finto, a differenza di quello vero non perde gli aghi che poi vi trovate in tutta casa. Poi, basta un semplice colpo di spugna e l'albero ritorna pulito senza alcun residuo di polvere. L'albero artificiale spesso è realizzato in materiale ignifugo, quindi non c'è alcun rischio incendio a differenza di quanto può accadere con un albero vero nel caso di un cortocircuito delle luci. 

Svantaggi

Atmosfera natalizia - Per gli amanti del Natale e dell'atmosfera natalizia, l'albero artificiale anche se di buona fattura, non riuscirà mai a diffondere l'aroma tipico del pino vero. Si potrebbe rimediare con dei profumatori o diffusori d'oli alla fragranza di pino, ma certamente senza lo stesso effetto. Inoltre, la qualità dell'albero di Natale fa la differenza. Meglio acquistare un prodotto che sia certificato e atossico, per evitare rischi alla salute. Come ogni oggetto di plastica, dopo una serie di anni dall'utilizzo, arriverà il momento di doverlo cambiare. In questo caso si deve affrontare il problema dello smaltimento. La plastica non è biodegradabile quindi deve essere smaltita nel modo corretto per evitare conseguenze sull'ambiente.

Albero di Natale vero

Vantaggi

Profumo - Natale è uno dei periodi dell'anno più magici, la casa si riempie di luci e colori e dall'inconfondibile odore di bosco che solo un albero vero può diffondere. Anche se ci sono diversi escamotage per ricreare lo stesso aroma, nessuno riesce a diffondere lo stesso profumo. 

Rispettoso dell'ambiente e della salute - L'albero completamente vero, se riesce a resistere al caldo casalingo durante le feste può essere ripiantato. In caso contrario può essere smaltito facilmente perché totalmente biodegradabile. In entrambi i casi meglio contattare gli enti di competenza, per rispettare in pieno le procedure. Gli alberi veri, come la piante sono positivi per l'ambiente che ci circonda. Riescono ad assorbire le tossine presenti nell'aria. Inoltre, l'odore di bosco ha un effetto rilassante sul sistema nervoso, riducendo in questo modo lo stress. 

Svantaggi - L'albero si trova in natura in contesti molto freddi, quando entra in casa con temperature più alte, potrebbe subire uno shock. In questo caso meglio concedergli qualche giorno per acclimatarsi e adattarsi al nuovo ambiente. La zona della casa ideale è quella vicino a fonti di luce, lontano dalle fonti di calore o da zone ventilate. Per quanto riguarda le decorazioni meglio non scegliere quelle troppo pesanti, perchè i rami potrebbero spezzarsi o impedire di respirare.  Se avete poco tempo da dedicare alla pulizia, questo albero non è tra i più indicati, perchè tende a perdere gli aghi e quindi sarete costretti a passare le vostre feste con l'aspirapolvere in mano. Anche se ideale per creare la giusta atmosfera natalizia, l'albero vero non ha una lunga vita. Molti non vanno oltre il periodo delle feste, questo fenomeno ha ripercussioni a livello ambientale nonché sul vostro portafoglio perché sarete costretti ad acquistarne uno nuovo l’anno successivo. A differenza di quello artificiale, l’abete vero è completamente naturale quindi il rischio di incendi è molto alto. Basta un cortocircuito delle luci o una candela lasciata incustodita e si può generare un incendio in casa.

Se volete fare questo tipo di scelta, ad Arezzo trovate un vasto assortimento di abeti natalizi di varie taglie in questi vivai:

Vivai piante Frappi Egisto - Via Aretina 239, Castiglion Fiorentino (tel. 335 624 9136)

Fabbri Vivai - Località San Zeno, Arezzo (tel. 0575 1696474)

Balestri piante vivai garden - Via Croce Del Ferragalli 21, Montevarchi (tel. 055 910 3209)

Armeda Piante - Via delle Case Nuove 5, Montemignaio (tel. 0575 542338)

Obi Arezzo - Viale Giovanni Amendola 20, Arezzo (tel. 0575 301601)

Elenco vivaisti del consorzio alberi di Natale in Casentino:

Apa Maria - Via Borgo Piano 119/B, Castel San Niccolò (tel. 0575 555287)

Baldi Armando - Via Cameronci 13, Montemignaio (tel. 0575 542318)

Bertini Elena - Via Cavallena 17 , Castel San Niccolò (tel. 0575 57820)

Fabiani Ademaro - Via Garliano 63, Castel San Niccolò (tel. 0575 57708)

Fastoni Lorenzo - Località la Sova, Poppi (tel. 392 9220945)

Paperini Angelo - Via Ortaglia 70, Talla (tel. 0575 512909)

Serra Piero - Via Calibresi 2, Poppi (tel. 0575 550277)

Baggiani Andrea - Via Case Nuove 5 , Montemignaio (tel. 0575 542338)

Rossi Sergio - Via Campaldino 1 , Ponte a Poppi (tel. 0575 550202)

Locatelli Angiolina - Via Gualchiere 11. Bibbiena Stazione (tel. 0575 593879)

Agnoloni Tito - Via Fornello 3, Montemignaio (tel. 0575 52010)

Morelli Gianluca - Via Traggiaia 3 , Montemignaio (tel. 0575 542204)

Agnoloni Marco - Via Valendaia 2, Montemignaio (tel. 0575 542217)

Bani Loretta - Via Treggiaia 3, Montemignaio (tel. 0575 542204)

Ciabini Massimo - Via Roma 147 , Poppi (tel. 0575 520091)

Gerini Gianni - C.S. Boboli 8/C, Castel San Niccolò (tel. 0575 52018)

Giuliani Franco - Via Scarpaccia 51/B, Pratovecchio (tel. 0575 58813)

Moneti Giuliano - Viale Caduti di Montelungo 13, Stia (tel. 0575 52017)

Mugnaini Marzia - Viale Italia 24, Castel San Niccolò (tel. 0575 570298)

Comune di Montemignaio - Via Piave 45, Montemignaio (tel. 0575 542013)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio digitale terrestre, cambia tutto per i televisori: come attrezzarsi

  • Idee per decorare il giardino in pieno stile natalizio

  • Come addobbare casa in totale sicurezza

  • Naturale o di plastica? Ecco come scegliere l'albero di Natale

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento