Storie a 4 zampe

Storie a 4 zampe

Abbandonato da cucciolo al gelo in un fosso: "Due anni di rifiuti, poi è arrivata la famiglia perfetta". La storia di Sam

Era sporco e pieno di spine, talmente stremato da non riuscire a venir fuori da solo dal fosso. Sam all'epoca era solo un cucciolo di circa sei mesi. Amava giocare con gli altri cani e si dimostrava affettuoso con le persone.

Era arrivato in canile nel gennaio 2017: lo avevano trovato in un fosso al gelo. Era sporco e pieno di spine, talmente stremato da non riuscire a venir fuori da solo dal fosso. Sam all'epoca era solo un cucciolo di circa sei mesi. Amava giocare con gli altri cani e si dimostrava affettuoso con le persone. Ai volontari dell'Enpa che lo avevano accolto strappava coccole e amore. Ma per lui la scintilla con una famiglia adottiva sembrava difficile da far scoccare. 

"E' stato necessario tempo ed ha collezionato molti no, ma alla fine ce l'ha fatta", raccontano i volontari del canile. Perché quel cucciolo è rimasto chiuso in canile oltre due anni, durante i quali è stato "prenotato" più volte da famiglie interessate all'adozione. Ma alla fine nessuno decideva : "Dicevano  'lo voglio, lo voglio', ma poi non si rifacevano più vivi. Un paio di volte è stato illuso, ma poi tornava in canile". In queste ultime settimane però una famiglia si è fatta avanti e Sam ieri ha varcato per la prima volta la soglia della sua nuova casa.

sam-2

Non solo ha trovato dei perfetti umani - dicono con gioia i volontari dell'Enpa - ma anche una stupenda compagna: una cagnolina che Sam ha sbito amato, anzi l’adora proprio".

I due cagnolini sembra che sisano stati separati alla nascita tanto si somigliano. 
Sembra che siano stati separati alla nascita. Un colpo di fulmine a quattro: e adesso per Sam si prospetta una vita piena di gioia. 
 

Storie a 4 zampe

Una laurea, un master e tanta voglia di raccontare la propria città.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Auguro di cuore una buona vita all'amico pelosetto!

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento