Nasce il superconsorzio del vino toscano, ma sarà veramente solo vino toscano?

La domanda del titolo non sembri assurda. Nel tempo ci siamo abituati a scandali che hanno coinvolto produttori di olio e di vino, anche in Toscana. Non sono passati poi molti anni da quando il consorzio del Brunello fu sconvolto dall'ultimo...

albola 2

La domanda del titolo non sembri assurda. Nel tempo ci siamo abituati a scandali che hanno coinvolto produttori di olio e di vino, anche in Toscana. Non sono passati poi molti anni da quando il consorzio del Brunello fu sconvolto dall'ultimo scandalo dei produttori disonesti. Il superconsorzio che nasce in questi giorni ha lo scopo di rafforzare l'immagine anche internazionale dei vini toscani doc. Ben venga, ma che si occupi anche e forse sopratutto, che i protocolli per la produzione dei singoli consorzi che rappresenta siano rispettati pienamente (e che chi non li ha se ne doti). Il segreto del successo planetario sta nella pubblicità, che è l'anima del commercio, ma anche e sopratutto nella qualità, che è il miglior biglietto da visita, quello capace di fidelizzare i clienti nel tempo. Visto che la Regione Toscana "sponsorizza" il superconsorzio, sia proprio quella istituzione a pretendere massima trasparenza dai singoli consorzi aggregatisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una curiosità: tra i produttori di vino di qualità c'è anche quel Gianni Zonin che ha una tenuta e una residenza (il castello di Albola, in alto nelle foto) nell'area del Chianti e che in questi giorni pare uscire calpestando un tappeto rosso dai rossissimi conti della sua ex banca (la Popolare di Vicenza) che nel 2015 ha dichiarato una perdita di 1,4 miliardi di euro. Se ne va con un milione di buonuscita e la garanzia dell'assemblea che non verranno intraprese azioni di responsabilità nei suoi confronti (e neanche nei confronti degli altri amministratori). Arezzo e Vicenza uguali non sembrano proprio essere. albola 1

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento