Lettori Selvaggi

Lettori Selvaggi

Il bambino dei baci. La storia di Ulf che ama masticare i fili d'erba

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La Casa sull’Albero

Il bambino dei baci, Ulf Stark, ill. Markus Majaluoma, Iperborea

Il bambino dei baci si apre alla Conca delle signore, una piccola baia nascosta dove le signore vanno a fare il bagno svestite. Ulf è lì con il fratello più grande e con gli amici  che lo prendono in giro perché è una frana nella corsa con i sacchi e perché non ha mai baciato una ragazza (loro lo hanno fatto per ben 10 volte), cosa che per la gang denota, senza dubbio alcuno, che Ulf non è abbastanza grande. 

Baciarsi fa il solletico e sa di gelato alla fragola, dice suo fratello maggiore, e Ulf è deciso a provare ad unire le sue labbra a quelle Katarina la bambina più bella dell'universo, dotata di fossetta, capelli biondi ed occhi verdi scintillanti.

E poi arriva Armata Rossa, che non è né bella, né popolare e diventa una perfetta allenatrice di baci e di corsa con i sacchi e con il tempo anche molto altro.

Una storia delicatissima, ironica, piena di sentimenti autentici e profondi. Ulf è un bambino timido, insicuro, che ama masticare i fili d'erba e fare la verticale sul muro. Ma è anche tanto forte e determinato e al momento opportuno sa prendere con coraggio la scelta giusta.

Ulf Stark è un autore scandinavo molto prolifico, è tradotto in tutto il mondo ed ha vinto moltissimi premi. In tutti i suoi libri mescola alto e basso, ordinario e straordinario, sa essere irriverente, semplice, ma mai banale, profondo e ironico al tempo stesso, racconta il mondo interiore dei bambini con quell'approccio filosofico che hanno gli autori del Nord Europa che non rinunciano a raccontare temi forti come la morte, le separazioni, i drammi quotidiani dell'infanzia ma che sanno magistralmente avvolgere il tutto con un velo di leggerezza.

I racconti di Ulf Stark sono pubblicati da Iperborea che con la collana dei Miniborei ci sta restituendo dei capolavori che mancavano da un po' dagli scaffali o in altri casi mai pubblicati in Italia.

Anche quest'anno Ulf Stark è nella terzina del Premio Orbil nella categoria 6-11 anni, il premio che assegna la nostra associazione delle librerie indipendenti per ragazzi, ed è in buonissima compagnia assieme a Le avventure di Agusta Snorifass di Chiara Carminati ed ad un altro romanzo Iperborea, Katizi di Katarina Taikon.

I vincitori li annunceremo nell'ambito della Bologna Children's Book Fair, ma intanto per questa settimana, in tutte le librerie dell'associazione ci saranno vetrine e pareti dedicate al nostro premio che non elargisce denaro, ma ci vede impegnati nel sostegno e nella diffusione dei migliori libri per bambini e ragazzi.

Lettori Selvaggi

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento