Lettori Selvaggi

Lettori Selvaggi

Il coraggio di vivere l'amore e il potere delle parole: Elena racconta Celestiale, il primo romanzo di Francesca Bonafini

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero.

celestiale

Celestiale, Francesca Bonafini, Sinnos

Celestiale è il primo romanzo per adolescenti di Francesca Bonafini, conosciuta dal pubblico dei più grandi per romanzi come Mangiacuore e La cattiva reputazione.

L’idea di Celestiale era già in essere in Centrifuga, una raccolta di racconti pubblicata da Sinnos nel 2016 in cui 29 autori, per ragazzi e non solo, si sono confrontati attorno al tema delle periferie.

Da quel racconto è nato un romanzo a tre voci che parla del coraggio che ci vuole a vivere l’amore e del potere straordinario delle parole. Le tre voci sono quelle di Maddalena, del suo innamorato Fabrizio Fiorini e di suo fratello Ivano.

Per Maddalena ci sono un sacco di cose celestiali: il Portogallo, la musica dei Madredeus, uscire con la Dani e la Vale. Ma la cosa più celestiale di tutte è Fabrizio Fiorini.

Ecco cosa è successo quel giorno lì: ho visto Fabrizio Fiorini seduto fuori sul muretto e patapam!, di colpo ho fatto caso alla sua celestialità. Leggeva un libro, Fabrizio Fiorini, e mi è sembrato bellissimo, bellissimo e diverso da tutti nel quartiere e anche nel mondo intero, per quel poco che so del mondo, siccome non sono mai andata da nessuna parte.

Quindi sono rimasta incantata a guardarlo, finchè lui a un certo punto mi ha visto. E poi mi ha sorriso”.

Maddalena è un entusiasta che crede in un mondo in cui le mani si usano solo per le carezze.

Fabrizio Fiorini è gentile, educato, timido. Il suo problema è che non si sente affatto celestiale.

Ivano detto Lama è scocciato, scontroso, cinico, eppure anche lui ha una vena di celestialità.

Francesca Bonafini ci racconta con estrema delicatezza delle loro pene d’amore, di quel pensiero dominante che ci rende fragili e vulnerabili. Le tre voci si alternano e danno vita ad una narrazione scorrevole e fresca, poetica ed ironica allo stesso tempo.

Celestiale è un libro che racconta anche della potenza dei libri. Dice Maddalena “certe volte mi sembra che le parole siano potenti, e che mi portino altrove anche se la macchina non ce l’ho, e nemmeno la patente, e mi tocca stare in mezzo alla nebbia, perché qua c’è la nebbia sia d’inverno che d’estate.”

Maddalena capisce la musica che sta dentro alle parole, sa che ti possono portare in un altrove migliore.

Fabrizio, invece, fa fatica a tirale fuori e rimane muto di fronte alla sua amata. “Non sono bravo con le parole. Mi piacciono tanto le parole, però hanno il difetto di restarmi dentro la testa anche quando vorrei che uscissero fuori. E invece niente: le fannullone se ne rimangono lassù, stravaccate, in disordine, a farmi un gran baccano nel cervello. Cosicchè io mi confondo, e rimango muto, oppure dico solo stupidaggini”.

Ivano a volte finge addirittura di essere sordo, forse perché sa che le parole possono fare un racconto fraudolento del mondo. Il ragazzo è disincantato, complice il vuoto che ha lasciato il professor Zarri, che è stato con lui solo un anno, ma che nel poco tempo a loro disposizione è riuscito a fargli apprezzare niente meno che L’infinito di Leopardi. Leopardi accomuna tutti e tre i ragazzi, così come la luna a cui Fabrizio Fiorini chiede le parole giuste per andarsi a riprendere Maddalena.

Celestiale è un romanzo fatto di tenerezza e speranza, da leggere tutto d’un fiato, dedicato ai coraggiosi che non temono l’amore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Calcio

    L’Arezzo lotta, l’Entella di esperienza si prende i tre punti (2-1)

  • Cronaca

    Precipita da un terrazzamento mentre guida il trattore e muore, dramma nelle campagne aretine

  • Incidenti stradali

    Pedone investito dopo la messa di fronte alla chiesa, paura a Indicatore. La rabbia dei residenti

  • Cronaca

    Incubo meningococco, un nuovo caso di tipo C in Valdarno: 57enne ricoverato

I più letti della settimana

  • Tragedia in provincia di Arezzo: muore in casa a 21 anni

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

  • Frontale all'alba al Torrino: tre feriti, grave una ragazza di 26 anni

  • Striscia, gaffe a Cortona: "Si vede il lago di Bracciano" ma è il Trasimeno. Rivolta social: "Tapiro a Staffelli"

  • Paese sconvolto per la morte di Sofia Panconi, continua la profilassi

  • Rincorrono la palla e precipitano in un pozzo: bimbi salvati dalla sorella. Sgomento del padre: "Franata la copertura"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento