Lettori Selvaggi

Lettori Selvaggi

Tutti giù per terra, Che solletico!, Buonanotte, Batti le manine. La poesia della quotidianità dei bambini

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero

Tutti giù per terra, Che solletico!, Buonanotte, Batti le manine, Helen Oxenbury, Mondadori

Su Tuttolibri, l’inserto culturale de La Stampa, proprio pochi mesi fa avevamo accolto con grande plauso l’arrivo in Italia degli albi di John Burningham, compagno di vita e di lavoro dell’amata Helen Oxenbury, conosciuta al grande pubblico italiano per A caccia dell’orso, un classico che non manca nelle biblioteche dedicate ai bambini, a scuola come a casa.

Torniamo di nuovo a gioire perché Mondadori sta conducendo un’importante operazione di recupero anche di titoli sconosciuti in Italia dell’autrice inglese, portando ad esempio in libreria la serie dei quattro libretti per i piccolissimi Tutti giù per terra, Che solletico!, Buonanotte, Batti le manine. Sono quattro cartonati di formato quadrato, con pagine spesse adatte ai lettori piccolissimi, la cui traduzione è stata affidata a Chiara Carminati. Raccontano in maniera lieve e poetica la quotidianità dei bambini. Un giro in altalena, il momento della pappa sul seggiolone, il bagnetto dopo aver giocato fuori nel fango, il girotondo nel lettone morbido di mamma e papà.

Bambini di tutti i colori che condividono gli spazi, giocano, si relazionano, fanno esperienza del loro corpo e mettono in campo le loro emozioni. Bambini che scoprono il mondo che li circonda attraverso gesti semplici, adulti che li accompagnano che non hanno paura di farli saltare sul lettone o di farli sporcare con il cibo o con il fango.

Dentro a questi piccoli libri c’è il mondo e una visione precisa dell’infanzia, che Helen Oxenbury ha diffuso con coerenza e passione attraverso tutti i suoi libri.  

Nel 2018 ce la ricordiamo durante la Bologna Children’s Book Fair alla libreria Giannino Stoppani, intervistata da Beatrice Masini. Una donna elegante e sobria che raccontava con generosità il suo percorso di autrice, le sue scelte poetiche, il suo pensiero sull’infanzia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Apprezziamo moltissimo le nuove frontiere dell’illustrazione digitale a cui si stanno dedicando molti giovani artisti della nuova generazione, ma non possiamo che essere felici del fatto che i nostri bambini possano godere di libri classici come quelli di Helen Oxenbury, che dall’altezza dei suoi oltre 90 anni non ha paura di essere tradizionale. 

Lettori Selvaggi

laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento