90 + recupero

90 + recupero

L'ex amaranto Franchino è entrato nella storia della Pro Vercelli

E il 90' di Como-Pro Vercelli. Franchino viene espulso dopo aver lottato sul fango, ribattendo colpo su colpo. L'immagine di Ivan Benedetto spopola sul web

Gabriele Franchino a Como, la foto di Ivan Benedetto fotografo ufficiale della Pro Vercelli

Ci sono giocatori che entrano nella storia di un club per i gol segnati, per aver salvato il risultato nella gara decisiva o magari per aver impresso la loro firma in un derby. Certo, un attaccante è più agevolato in questo. Nella maggior parte dei casi alla fine di un torneo è più facile ricordarsi del bomber che non di un terzino o di un arcigno centrale di difesa. Poi però ci sono quelle eccezioni come Gabriele Franchino

Un giocatore di temperamento e corsa, di quelli che potrebbero essere definiti come 'di categoria' quando si parla di un elemento che conosce un campionato infido come la serie C. D'altronde Eziolino Capuano lo aveva voluto ad Arezzo nella stagione 2014/2015 chiamandolo dal Monza, per far entrare Franchino in quella squadra di 'maiali assatanati' dove si presentò con un gol alla prima da titolare.

Una foto per entrare nella storia

Franchino_Pro_Vercelli2019_2-2
E' il 90' di Como-Pro Vercelli. Le bianche casacche stanno espugnando il 'Sinigaglia' quando Franchino (arrivato nel mercato estivo) viene espulso a pochi secondi dal triplice fischio. Sulla maglia, i pantaloncini, ma anche sul volto, le braccia e la gambe, porta i segni di una partita combattuta su un campo pesante, tra zolle che alzano all'improvviso il pallone e fango gelido che ti resta addosso e diventa con il passare dei secondi un nemico in più con la sua zavorra.
Franchino lascia il terreno di gioco a testa bassa, l'adrenalina è ancora in circolo. Quel momento non sfugge all'occhio di Ivan Benedetto, fotografo ufficiale della Pro Vercelli, che immortala il difensore in uno scatto che per i tifosi vercellesi racchiude l'anima dei leoni (come vengono chiamati i giocatori della Pro). Una sorta "di simbolo dell’antico spirito combattivo che da sempre anima la Pro Vercelli" ha ricordato il presidente dei Veterani delle bianche casacche consegnando un riconoscimento a Franchino che da oggi, con quella foto e il suo spirito, è entrato nella storia di uno dei club più antichi d'Italia.

90 + recupero

Appassionato di sport in generale anche se il calcio e l'amaranto restano il primo amore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento