Infermiere in ambulanza, al via l’attività a Montalto

Da oggi, in orario diurno, il mezzo di soccorso si rafforza e garantisce più sicurezza nel territorio

Inaugurato questa mattina il servizio con ambulanza infermierizzata a Montalto, nel comune di Pergine Laterina.

Alla presenza del direttore del dipartimento di emergenza urgenza della Sud Est Massimo Mandò, del direttore della rete ospedaliera Monica Calamai, del sindaco di Pergine Laterina Simona Neri, del presidente della conferenza dei sindaci Sergio Chienni e del presidente provinciale Opi Giovanni Grasso, ha preso il via l’attività. 

“Sull’ambulanza blsd, in orario diurno (8-20), è ora presente un infermiere della Centrale 118 – ha detto Mandò - La sinergia tra il volontariato e l’azienda sanitaria si fa sempre più stretta, con l’obiettivo di erogare servizi puntuali e di qualità, ben sapendo quanto nell’Emergenza siano importanti la velocità di intervento e la professionalità del personale. La presenza dell’infermiere in ambulanza, come dimostrato dai risultati registrati in tutta l’Area Vasta, garantisce un alto livello di competenze e una crescente sicurezza”.

"Una sinergia, quella tra il nostro Comune e la Asl, che è stata efficace e funzionale all'obiettivo di rafforzare un servizio Emergenza che definiamo strategico, di fondamentale importanza per tutto il territorio – ha commentato il sindaco Neri -  Ringrazio il direttore Mandò per questa iniziativa che abbiamo accolto fin da subito e mi complimento, esprimendo tutta la gratitudine dell'Amministrazione, con lo staff di dipendenti e volontari che operano nella postazione emergenza di Montalto. Oggi si implementa la struttura con un nuovo servizio sanitario in favore della collettività. Non possiamo fare altro che assecondare con ogni mezzo la crescita ed il benessere di questa realtà, sostenuta con entusiasmo anche dalla popolazione. Ci auguriamo che dopo questo ulteriore "step", nuovi volontari prestino il loro aiuto allo staff instancabile e professionale che da anni mette a disposizione il proprio tempo per tutti noi”. 

“Esprimo la mia soddisfazione per questo risultato – ha continuato Giovanni Grasso - Significa che l'azienda ha deciso di investire sugli infermieri e sulla loro professionalità, certa che questo sia una garanzia per la salute e la sicurezza dei cittadini. E' un segnale molto importante anche per l'intero territorio della Asl Toscana Sud Est, che auspico raggiunga una situazione di omogeneità nella quale scelte come quelle di Montalto siano il modello normale e naturale per l'emergenza”.

07_01_2020 infermierizzata _montalto1-2

Ecco qualche dato sull’attività del 118 in Valdarno nell’anno 2019: il numero totale di interventi è stato di 8370, di cui 1186 codici rossi (il 14%), 3505 verdi (il 42%) e 3679 gialli (44%). La suddivisione per Comune: 988 interventi a Bucine, 769 a Cavriglia, 559 a Pergine Laterina, 2322 a Montevarchi, 410 a Loro Ciuffenna, 1892 a San Giovanni, 346 a Castelnuovo - Piandiscò e 1084 a Terranuova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento