Estratti di Toscana, i segreti di una ricetta a km zero

All'interno del laboratorio di Terontola vengono prodotti gli estratti a freddo naturali, cento per cento frutta e verdura

Vi siete chiesta cosa è un estratto? Si tratta di un succo ottenutotramite un processo di estrazione per pressione. L'unico processo di trasformazione è uno schiacciamento sul frutto o l’ortaggio che desideriamo spremere. Ma quali sono i benefici? Quelli di produrre in questo modo un cibo valido nutrizionalmente e poco dispersivo dal punto di vista digestivo ed energetico. Sono molti i benefici che derivano da questo procedimento.

Chiedere per credere a Estratti di Toscana, un’idea nata dalla passione per l’alimentazione sana. All'interno del laboratorio di Terontola vengono prodotti gli estratti a freddo naturali, cento per cento frutta e verdura, senza aggiunta di conservanti, coloranti, zuccheri e aromi.

"I nostri estratti sono il frutto della delicata trasformazione delle materie prime, attraverso un particolare procedimento di estrazione a freddo che simula le lavorazioni autentiche e sapienti del passato. È proprio per questo che il torchio è il nostro simbolo più rappresentativo - spiegano i ragazzi di Estratti di Toscana - Grazie al nostro metodo di lavorazione, riusciamo a mantenere inalterate tutte le proprietà, le vitamine e gli enzimi vivi naturalmente contenute nella frutta e della verdura. Il risultato? Un vero concentrato di benessere cento per cento made in Tuscany".

I prodotti vengono scelti in base alla stagionalità, alla territorialità. Ecco perchè vengono scelti cavolo toscano, mela rugginosa della Valdichiana, olivello spinoso.

"Da sempre selezioniamo i nostri fornitori tra le aziende agricole locali prediligendo coloro che, grazie al proprio lavoro appassionato, rendono la nostra bella regione un luogo su cui scommettere. In breve tempo, il nostro progetto è diventato un viaggio nel territorio attraverso le tante storie e le realtà degli agricoltori e di chi, con la propria azione quotidiana, contribuisce alla produzione di materie prime tipiche e di alta qualità, alla tutela della biodiversità e fornisce lo sviluppo della regione. Affidarci ai produttori locali, per la realizzazione degli Estratti di Toscana, ha un valore inestimabile per l’economia del territorio e per le persone che lo abitano - spiegano dall'azienda - Credere nei prodotti stagionali e locali si traduce in bassi costi energetici e grazie alla nostra filiera corta riusciamo a limitare al minimo i passaggi.  Lo scopo principale è quello di garantire un prodotto genuino, innovativo e nel rispetto del territorio, contenendo le emissioni e garantendo al tempo stesso maggiori controlli e standard qualitativi elevati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Coronavirus, nuovo caso in Valdichiana: si tratta di un minore. Asl al lavoro per ricostruire i contatti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento