La Bottega della Salute di Montalto apre le sue porte alla cittadinanza

L’inaugurazione è in programma domenica prossima alle 10,30 all’interno del Centro socio-sanitario della frazione.

Sarà inaugurata domenica prossima 31 marzo alle ore 10,30 la Bottega della Salute di Montalto, situata nei locali di proprietà del Comune all’interno del Centro socio-sanitario della frazione. Lo sportello erogherà servizi pubblici (di tipo sanitario, sociale e di pubblica utilità). La presentazione alla stampa è stata fatta questa mattina in Comune a Pergine.

“La Bottega della salute è il frutto di una convenzione tra Asl Toscana sud est, Comune di Pergine Laterina, Anci Toscana, Misericordia della Valdambra e di San Giustino Valdarno – ha spiegato il sindaco Simona Neri - Metterà a disposizione gratuitamente numerosi servizi al cittadino. Partiamo con una fase di sperimentazione, con l’obiettivo di erogare nel giro di breve i seguenti servizi: consultazione del fascicolo sanitario, attivazione della carta sanitaria elettronica, prenotazione esami o visite, verifica o modifica della fascia economica per il ticket sanitario, accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione, richiesta informazioni sui servizi del Comune, pagamento bollo auto”.

“Il nostro obiettivo, come Azienda sanitaria, è di rendere accessibili i servizi anche nelle zone periferiche, con una particolare attenzione ai soggetti più fragili e vulnerabili – spiega Patrizia Castellucci, direttore Zona Distretto Valdarno - Un servizio di prossimità messo a disposizione della collettività, che consente al cittadino di sbrigare una serie di adempimenti e pratiche vicino a casa. Il progetto della Bottega della Salute coinvolge i giovani del Servizio Civile Regionale, appositamente formati, i quali forniranno informazioni, orientamento e accompagnamento agli utenti. Lo sportello sarà aperto due volte alla settimana, in concomitanza con l’orario degli ambulatori medici già presenti all’interno del Centro socio-sanitario”.

“La Bottega della Salute stringe il rapporto con la Medicina generale e realizza le condizioni per un’esperienza che mutua le buone pratiche della Casa della Salute” ha concluso Mario Arnetoli, coordinatore clinico del Distretto.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

  • Si sposano e il marito si ammala: lei sperpera e poi lo lascia. Denunciata

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento