Vecchia Banca Etruria, l’emittente France 24 a Chiusi della Verna per un servizio sugli obbligazionisti azzerati

La tv transalpina incontrerà il sindaco Tellini sabato 22 aprile nel municipio.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   21 aprile 2017 9:52  |  Pubblicato in Attualità, Casentino


Il caso Bancaetruria torna a far parlare di sé anche all’estero, e l’emittente televisiva France 24 sarà a Chiusi della Verna sabato prossimo 22 aprile per un servizio curato dalla giornalista Natalia Mendoza. France 24 è un canale “All News” francofono, che trasmette in 180 paesi di tutti i continenti del mondo, visibile in Italia sul canale 141 del D.T. e sui canali 531 e 541 della piattaforma Sky.
Partendo dai noti fatti della fine del 2015, la TV francese ascolterà i racconti delle persone colpite dal crack bancario dopo essere state indotte ad acquistare obbligazioni subordinate, casi che nel Comune di Chiusi della Verna ebbero a livello locale una concentrazione particolare. “Ma si parlerà – informa il Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini – anche di come ha reagito la comunità, compreso il livello istituzionale, ad esempio dell’azione di ascolto e patrocinio messo a disposizione dal nostro Comune con l’aiuto di un legale. Fra l’altro, anche in seguito a quell’azione, alcuni risparmiatori stanno iniziando a ricevere dei rimborsi”. Il servizio della corrispondente dall’Italia e dal Vaticano di France 24 andrà in onde il prossimo 11 maggio, giorno in cui i Ministri delle Finanze del G7 si riuniranno a Bari. “Al G7 il Comune di Chiusi della Verna sarà portato come esempio di come l’Amministrazione ha tutelato i suoi cittadini, non lasciandoli soli; non è stato banale né scontato schierarsi in quella vicenda, non c’erano altri Comuni in Provincia su questa strada, non c’era da incanalarsi su un percorso fatto ma semplicemente bisognava partire da soli. Lo abbiamo fatto perché il nostro Comune non è e non sarà più terra di conquista per interessi personali, ci batteremo sempre contro chi vorrà portaci via le nostre ricchezze sia economiche che Istituzionali o ambientali. Basta con i “Santoni” che raggirano la nostra gente”.
“Ci auguriamo – conclude Tellini – che l’esperienza della nostra gente serva affinché in futuro non sia più possibile indurre ignari correntisti ad acquistare prodotti a rischio con la prospettiva di vedersi sottrarre i risparmi di una vita”.

blog comments powered by Disqus