Una giornata per conoscere il fenomeno della 'Ndrangheta

Martedì 24 a San Giovanni Valdarno si svolgerà una intera giornata dedicata alla conoscenza della 'Ndrangheta, grazie alla presenza in città di Angela Iantosca, giornalista e scrittrice, autrice del libro “Bambini a Metà i figli della ‘ ndragheta”...

san_giovanni_valdarno

Martedì 24 a San Giovanni Valdarno si svolgerà una intera giornata dedicata alla conoscenza della 'Ndrangheta, grazie alla presenza in città di Angela Iantosca, giornalista e scrittrice, autrice del libro “Bambini a Metà i figli della ‘ ndragheta”, di Don Pino Demasi, Vicario Generale della Diocesi di Oppido-Palmi e referente di Libera per la Piana di Gioia Tauro e di Ettore Squillace Greco, Magistrato, Sostituto Procuratore della Repubblica di Livorno, già impegnato in precedenza nella D.I.A. di Firenze e profondom conoscitore del fenomeno mafioso della ‘Ndrangheta. La giornata avrà inizio alle ore 9 agli Istituti Scolastici di Piazza Palermo dove

Angela Iantosca, Don Pino Demasi e Ettore Squillace Greco incontreranno le classi terze del Liceo Linguistico, Psico-Pedagogico, Scienze Umane. Alle ore 19 presso l’Oratorio Don Bosco -

si svolgerà la cena "Libera l'appetito" con la pasta ‪#‎VentiLiberi‬ e i prodotti di Libera Terra (prezzo € 10 per prenotazioni telefonare ai numeri 349.8071644 o 3201570438). Verranno preparati 2 primi con la pasta “Venti Liberi”, ottenuta dal grano coltivato nei terreni confiscati alle mafie e prodotta, in occasione dei venti anni di Libera, per sostenerne le attività volte alla crescita di una società civile più giusta, solidale, liberata dalla corruzione e dal crimine. Potranno anche gustarsi i prodotti di Libera Terra. Alla cena saranno presenti anche Angela Iantosca e Don Pino Demasi. La giornata finirà alle ore 21in Palazzo D'Arnolfo con la presentazione del libro di Angela Iantosca - Bambini a Metà i figli della ‘ndragheta con l’intervento dell'autrice e di Don Pino Demasi. L’evento è organizzato dal Comune di San Giovanni Valdarno e dalla Sezione Soci Coop di San Giovanni Valdarno in collaborazione con Libera Valdarno. Il libro analizza un aspetto pressoché ignorato del fenomeno mafioso: la condizione dei figli che crescono nelle famiglie mafiose. Bambini che invece di giocare vanno a trovare il padre nascosto in un bunker; ragazzi che non corteggiano le coetanee a scuola, ma vengono affiliati con il rito del battesimo. E’ l’esistenza di questi bimbi, di questi adolescenti, le forme di sopraffazione e violenza a cui vengono sottoposti che la Iantosca esamina, il drammatico clima e insostenibile per una società civile che generazioni di giovani subiscono nelle terre di mafia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Dramma nella notte, morto Gabriele Frosini: malore fatale

  • E' morto Beppe Bigazzi, noto volto de La Prova del Cuoco

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Baby inventori aretini portano il futuro in ogni casa. Il vecchio impianto elettrico? Diventa domotico

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento