Un nuovo attraversamento per Ponte Buriano. L'appello di Caporali: "Per renderlo davvero sicuro servirebbero altri 3 milioni"

Una variante serve. Una strada alternativa che consenta di mettere in sicurezza Ponte Buriano è davvero necessaria. La scuola è cominciata, uffici e attività commerciali sono aperti con l'orario invernale e il traffico è di nuovo piuttosto...

lavori-ponte-buriano

Una variante serve.

Una strada alternativa che consenta di mettere in sicurezza Ponte Buriano è davvero necessaria.

La scuola è cominciata, uffici e attività commerciali sono aperti con l'orario invernale e il traffico è di nuovo piuttosto consistente lungo la Setteponti.

Ma con l'arrivo di settembre quello che non è tornato "alla normalità" è il transito sull'infrastruttura più antica e utilizzata della storia della provincia di Arezzo. Il ponte romanico resta off limits. Chiuso. Impercorribile.

/attualita/ponte-buriano-enormi-radici-di-fico-fanno-lo-sgambetto-ai-lavori-crollo-imprevisto-in-un-muro-slittata-la-riapertura/

I lavori di messa in sicurezza e di restauro dei rostri, che avrebbero dovuto concludersi il 31 agosto scorso, stanno andando avanti. Numerose le difficoltà che sono state riscontrate nell'operazione e per tanto, la viabilità resta interdetta.

Una questione di sicurezza oltre che tutela per una struttura dal valore storico così significativo.

La Provincia di Arezzo su questo punto è sempre stata chiara e irremovibile: "Comprendiamo le difficoltà, ma sono lavori non procrastinabili. Ne va della sicurezza degli utenti".

Dunque, le opere sono quanto mai necessarie. Considerato poi che la costruzione del ponte risale al 1277 e che, per secoli, ha sopportato un crescendo di carico fin tanto da arrivare alle migliaia di vetture e mezzi pensanti degli ultimi decenni, ecco che l'urgenza di questa ristrutturazione appare quanto mai impellente.

Ma c'è un altro tema sul quale da tempo amministrazioni di vario colore politico e di vario grado si interrogano: la costruzione di una variante.

Dal 2009 l'idea di chiudere al traffico Ponte Buriano c'è. Anzi, l'ipotesi di una variante che consenta l'attraversamento dell'Arno e colleghi il Valdarno ad Arezzo è ancora più antica. Ma di fatto non è mai stata affrontata.

/politica/un-passaggio-alternativo-sullarno-era-nei-programmi-della-provincia-cosi-vasai-su-ponte-buriano/

Il problema sarebbero i costi di realizzazione che prevederebbero investimenti davvero molto, molto consistenti.

Oppure no. Potrebbe essere soltanto un problema di progettazione.

"Negli anni - spiega il consigliere comunale del Pd Donato Caporali - abbiamo visto realizzare sul territorio varianti in più arterie. Camucia, Bibbiena sono soltanto alcuni esempi. Quella di Ponte Buriano no. E questo perché è inserita in un contesto davvero molto ampio che si collega a tutta l'area a nord della città in direzione di San Zeno. Ma per tutelare la sicurezza stradale e tutelare il manufatto sarebbe sufficiente un nuovo attraversamento perché, mi pare evidente, che la soluzione della Sp dello Spicchio non sia la migliore da perseguire".

Da questa convinzione ecco che l'attraversamento di Ponte Buriano tornerà ad essere materia di dibattito anche in consiglio comunale ad Arezzo.

"È l’ora di passare dalle parole ai fatti - spiega Caporali - Ritengo sia mio dovere fungere da stimolo per chi poi deve assumere le decisioni e prendere provvedimenti. Per questo ho presentato come primo firmatario un atto di indirizzo, con i consiglieri comunali Francesco Romizi, Paolo Lepri, Angelo Rossi, Paolo Sisi e che spero ottenga altre condivisioni fino all’intera assemblea, per ottenere dal sindaco una specifica ordinanza che vieti il transito sopra al ponte ai mezzi superiori alle 20 tonnellate. Mi pare sia un atto necessario per evitare che lo storico passaggio sia definitivamente compromesso da mezzi che non esistevano di certo quando venne realizzato: il tredicesimo secolo.

La qualità dell’opera è nota a tutti, eminenti studiosi ne hanno visto la rappresentazione nel quadro più famoso del mondo, La Gioconda di Leonardo, ma al di là di questa tesi è indubbio che sia l’unico ponte storico sull’Arno, insieme a Ponte Vecchio, dalla foce alla sorgente, che abbia resistito a tutte le guerre e all’alluvione del 1966.

Al di là del provvedimento contingibile e urgente che il sindaco è chiamato a prendere, chiediamo anche specifiche previsioni di piano e urbanistiche, da parte di Comune, Provincia e Regione, che comportino la realizzazione di un nuovo ponte come percorso viario alternativo a Ponte Buriano per i mezzi pesanti e non solo. Solo così potremo salvaguardare l’opera in futuro".

Inoltre, secondo quanto reso noto dal consigliere Caporali, per rendere davvero sicura e stabile l'opera servirebbero ancora 3 milioni di euro oltre a quelli già investiti sulla ristrutturazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"E' facilmente comprensibile - sottolinea - come questi fondi siano più utili alla creazione di un ponte ex novo. E' per questo che facciamo appello al sindaco di Arezzo, al presidente della Provincia e alla Regione. E' necessario prendere provvedimenti subito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

  • "Se porti la mascherina ti guardano e ridono". Ilaria dall'Olanda racconta il Coronavirus: "Abbiamo avviato una raccolta fondi"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento