Un mosaico per Papa Francesco: consegnata l'opera dell'aretina Carpenito

Sono i colori della speranza quelli che illuminano il volto di Papa Francesco, colori scelti e sapientementi dosati dall'artista aretina Andreina Giorgia Carpenito, per un mosaico davvero speciale, questa volta destinato ad un luogo diverso da...

mosaico_papa

Sono i colori della speranza quelli che illuminano il volto di Papa Francesco, colori scelti e sapientementi dosati dall'artista aretina Andreina Giorgia Carpenito, per un mosaico davvero speciale, questa volta destinato ad un luogo diverso da Indicatore.

Sabato 16 gennaio infatti, in udienza presso la Sala Nervi del Vaticano, è stato consegnato nelle mani del Pontefice l'opera su tavola “I colori della speranza”, commissionata da MCL, (Movimento Cristiano Lavoratori) e realizzato dall'artista appositamente per celebrare l'anno della misericordia.

L'opera, un pannello di 40 x 45 centimetri, raffigura Papa Francesco che amorevolmente stringe a sé un neonato, mentre sullo sfondo campeggia la Madonna del Conforto, con un sapiente gioco di chiaroscuri realizzati in mosaico di pasta di vetro con 32 differenti sfumature di colori.

Avvolto in una custodia di feltro, con sette sigilli legati da altrettanti fiocchi (ispirato dal libro biblico dei Sette Sigilli). Il mosaico è stato supervisionato durante la sua esecuzuione da MCL provinciale di Arezzo, specialmente dal presidente Bruno Albiani dal vice Maurizio Pagliai e Alberto Rossi , e approvato anche dalla Santa Sede.

L'effetto cromatico di grande impatto è frutto di moltissime ore di lavoro,la cui mosaicatura è stata anche posta sui quattri bordi laterali, oltre ad una dedica e alla firma dell'artista sul retro della tavola.

La consegna è stata effettuata durante un udienza a cui hanno partecipato ben 10 pulmann di aderenti a MCL confortati dalla presenza dell’assistente spirituale Don santi Chioccioli, partiti da Arezzo alla volta di Roma, presente anche Andreina Giorgia Carpenito, visibilmente emozionata per la consegna.

Questa opera è una sintesi mirabile del lavoro svolto dall'artista presso la Chiesa dello Spirito Santo di Indicatore, che andrà a realizzare il mosaico più grande del mondo, che papa Francesco potrà conoscere direttamente grazie ad un libro fotografico sul lavoro svolto, allegato al mosaico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento