Treni infernali a luglio, il rimborso per gli abbonati sarà del 30%. Pendolari: "Un contentino"

Un bonus straordinario pari al 30% dell'abbonamento mensile ai pendolari della Toscana per tutti i disagi subiti sui treni nel mese di luglio. Questa la misura decisa dalla Regione, in accordo con Trenitalia, a parziale compensazione del...

Treni-bollenti

Un bonus straordinario pari al 30% dell'abbonamento mensile ai pendolari della Toscana per tutti i disagi subiti sui treni nel mese di luglio. Questa la misura decisa dalla Regione, in accordo con Trenitalia, a parziale compensazione del disservizio sopportato nel mese scorso dai pendolari che viaggiano sulle linee ferroviarie regionali.

In particolare, il bonus è motivato dal cattivo funzionamento dell'aria condizionata a bordo dei treni ed è applicato indistintamente su tutte le linee della nostra regione. La situazione, resa critica anche dall'eccezionale ondata di caldo, si è protratta fino a fine luglio, anche in conseguenza di alcuni eventi straordinari sui quali la Regione attende sia fatta completa chiarezza.

vincenzo_ceccarelli2"In conseguenza dei disservizi – spiega l'assessore Ceccarelli - la Regione applicherà, al gestore le penali previste dal contratto di servizio, ma oltre a questo è stato chiesto a Trenitalia di compartecipare ai costi per il bonus straordinario, che abbiamo deciso di aumentare al 30% , rispetto al 20% ordinario, nonché di rendere disponibile agli abbonati di tutte le linee".

A partire dal prossimo 26 agosto, gli aventi diritto potranno beneficiare dello sconto sugli abbonamenti dei mesi di settembre o ottobre, con lo stesso meccanismo utilizzato ogni mese per il pagamento del bonus ordinario.

In particolare:

Abbonamento mensile Luglio Trenitalia: bonus pari al 30% del valore del titolo (bonus ordinario 20%)

Abbonamento Annuale Trenitalia comprensivo di Luglio 2015: bonus pari al 30% di 1/12 del valore (bonus ordinario 10%)

Abbonamento Mensile Pegaso: bonus pari al 20% del valore della sola tariffa extraurbana (bonus ordinario 15%)

Abbonamento Annuale Pegaso: bonus pari al 10% del valore di 1/12 della sola tariffa extraurbana. (bonus ordinario 7,5%)

(la percentuale ridotta è dovuta al fatto che il prezzo del titolo Pegaso comprende una parte di tariffa relativa al trasporto autobus urbano / extraurbano) Le caratteristiche e le modalità di erogazione rimangono le stesse del bonus ordinario: i possessori di abbonamento mensile Trenitalia Toscana, ordinario o ridotto ISEE, (esclusa l'emissione on line), potranno scalare il bonus direttamente presso tutte le biglietterie della Toscana, consegnando allo sportello l'originale dell'abbonamento, per l'acquisto di biglietti e abbonamenti a tariffa regionale TOSCANA o PEGASO. Per i bonus mensili Trenitalia emessi on line, gli abbonamenti annuali Trenitalia e tutte le tipologie di abbonamento integrato Pegaso la richiesta deve essere inviata per posta alla DR Toscana oppure presentandola ad una Biglietteria Trenitalia della Toscana (che la trasmette con il primo invio di corrispondenza alla DR Toscana): alla richiesta deve essere allegato l'originale dell'abbonamento. da_re_maurizioImmediata la reazione da parte del Comunitato Pendolaria Valdarno Direttissima che sottolinea come "il bonus straordinario, visibile da oggi sul sito di Trenitalia altro non è che un contentino".

Ad esprimersi è il portavoce del comitato Maurizio Da Re, che aggiunge: "se è straordinario perchè vale per il disservizio della mancanza dell'aria condizionata e per i ritardi di luglio, il bonus doveva valere almeno il doppio di quello ordinario, che è del 20% del valore degli abbonamenti, quindi doveva essere almeno del 40% e non del 30% come stabilito dalla Regione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il portavoce dei pendolari ricorda non solo il luglio dei "treni bollenti", senza aria condizionata, ma anche i guasti, gli incendi e i ritardi che hanno mandato in tilt la linea aretina durante la terza settimana di luglio: "nei due giorni degli incendi a Compiobbi e a Firenze Campo di Marte, il 14 e 16 luglio - sottolinea Da Re - ci furono ben 121 treni coinvolti e in forte ritardo".

Il comitato pendolari critica non solo il bonus straordinario, ma avanza anche una proposta per il nuovo contratto di servizio che la Regione deve ancora firmare con Trenitalia: "La Regione deve modificare radicalmente le regole per il bonus mensile a favore dei pendolari - chiede il portavoce Da Re - il cosiddetto 'indice di affidabilità' delle linee, relativo ai ritardi, deve essere portato da 4.0 a 2.5, così da far scattare più facilmente i bonus-rimborsi ordinari per gli abbonati, bonus che per i pendolari del Valdarno non scattano mai per i noti tempi di percorrenza allungati e gonfiati che permettono i recuperi dei ritardi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento