Passi avanti per scongiurare lo sciopero al Comune, ma il Csa è fermo sulle sue posizioni

Potrebbe restare confermato soltanto per la principale sigla sindacale dei vigili urbani

Continuano fino agli ultimi giorni utili le trattative per scongiurare lo sciopero dei dipendenti del Comune di Arezzo previsto per venerdì 11 ottobre, giorno di apertura del Mercato Internazionale in centro e per questo momento delicato da gestire, soprattutto per il comparto dei vigili urbani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri c'è stato un altro incontro tra i rappresentanti sindacali e la delegazione trattante del Comune e importanti passi avanti sembra siano stati fatti, tanto che all'uscita i lavoratori hanno manifestato soddisfazione per le proposte messe sul tavolo. Ma l'operazione non è terminata e le parti si ritroveranno questa mattina per concludere. Se le proposte messe sul tavolo ieri saranno fatte proprie nell'accordo da firmare allora lo sciopero potrebbe saltare. Le probabilità sono buone, ma resta sempre aperto il fronte del Csa, il sindacato che ha una buona rappresentanza nel corpo dei vigili urbani e che non ha mai partecipato a queste trattative. Si è posto in una posizione più intransigente e probabilmente andrà comunque avanti con lo sciopero del settore della polizia locale.

Unico e cassa dei vigili urbani: i possibili disagi in caso di sciopero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento