Tagli da 10 milioni alla Asl. Ghinelli attacca, Desideri: “Ci saranno accorpamenti, i servizi restano”

Ottimizzazione dei costi, accorpamento di funzioni amministrative, ma nessun taglio ai servizi. Attraverso una nota il direttore dell’Asl Toscana Sud Est Enrico Desideri cerca di far chiarezza in merito alla possibilità di tagli alla sanità, paventati dalla nuova responsabile regionale Monica Calamai

Mattia Cialini
Mattia Cialini
Invia per email  |  Stampa  |   13 febbraio 2018 15:21  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo, Casentino, Valdarno, Valdichiana, Valtiberina

Articoli correlati



Ottimizzazione dei costi, accorpamento di funzioni amministrative, ma nessun taglio ai servizi. Attraverso una nota il direttore dell’Asl Toscana Sud Est Enrico Desideri cerca di far chiarezza in merito alla possibilità di tagli alla sanità, paventati dalla nuova responsabile regionale Monica Calamai. Per quanto riguarda il personale, la Asl che raggruppa Arezzo, Siena e Grosseto dovrebbe risparmiare circa 10 milioni di euro. Immediate le critiche del centrodestra, l’ultimo affondo è del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli. Che si è detto “sconcertato”. L’azienda sanitaria di fatto non smentisce i tagli, ma cerca di rassicurare su ciò che sarà oggetto delle sforbiciate: “Ci saranno accorpamenti con costi ridotti in ambito tecnico e amministrativo. I servizi non saranno toccati”.

Riconosciamo – dice Desideri – che la nostra sanità abbia bisogno di risorse, anche se negli ultimi anni abbiamo visto segnali importanti da parte della Regione e dello Stato. L’impatto dell’innovazione, soprattutto per i farmaci di nuova generazione, è sicuramente fondamentale ma condividiamo con i nostri bravi professionisti l’impegno a farne un uso sempre più appropriato. Per quanto riguarda il personale, vogliamo tranquillizzare i cittadini dell’Area Vasta che la nostra progettazione, attenta soprattutto ad una equa assegnazione di risorse in funzione dei bisogni assistenziali, punta ad una ottimizzazione dei costi, soprattutto in ambito amministrativo e tecnico, mettendo a frutto l’accorpamento di alcune funzioni amministrative dentro la Asl. Nessun servizio al cittadino sarà ridotto, anzi, attraverso il nostro innovativo progetto delle Reti Cliniche Integrate e Strutturate, l’assistenza sarà ancora più di prossimità, grazie alla stretta collaborazione tra i medici di famiglia e gli specialisti.

 Mattia Cialini 
Mattia CialiniNato nel 1983, lacustre trapiantato in Toscana. Vivo ad Arezzo, mi sento a casa anche al Trasimeno e in Maremma. Laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena. Amo scrivere, ho la fortuna di farlo per mestiere dal 2002. Sommelier Ais
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus