Gli studenti raccontano la migranza in un video

Bando Cgil. Stamani la premiazione al Liceo Piero della Francesca. Venerdì la presentazione ufficiale in piazza Sant'Agostino con Maurizio Landini

Amirah El Bibas, Francesca Mazzini e Marta Fioravanti

Hanno raccolto la storia di un migrante, l'hanno illustrata ed hanno montato il prodotto finale in un video. Così Amirah El Bibas, Francesca Mazzini e Marta Fioravanti della 5MC1 del liceo Piero della Francesca di Arezzo hanno vinto il bando di gara promosso dalla Cgil di Arezzo su migranza e razzismo. Video breve, efficace, pieno di colori ma soprattutto di contenuti. Un prodotto multimediale in grado di evidenziare quella che può già essere definita la professionalità delle tre studentesse del liceo aretino. Il loro video farà il debutto ufficiale alle ore 21 di venerdì 14 giugno in piazza Sant'Agostino e sarà Maurizio Landini a ringraziare le tre studentesse. Il segretario nazionale della Cgil sarà infatti quel giorno ad Arezzo. Nel pomeriggio per un appuntamento con il gruppo dirigente del sindacato e la sera per un incontro con i cittadini.

Stamani, nell'aula magna del Liceo Piero della Francesca sono stati proiettati i 10 video che hanno partecipato al bando Cgil e alle cui realizzazioni hanno lavorato studenti e docenti  delle quinte Cinema e delle quinte Multimediale 2.

"I temi della migranza e del razzismo sono centrali per la vita del Paese - ha sottolineato il Segretario organizzativo della Cgil, Luca Gabrielli. Con essi abbiamo aperto il nostro congresso provinciale e siamo convinti che la “visione” degli studenti sia fondamentale per meglio comprendere il fenomeno migratorio e per costruire, iniziando proprio dai giovani, una nuova cultura dell’accoglienza, dell’interculturalità e della coesione sociale. Non solo. I giovani sono quelli che, meglio di altri, possono costruire una comunicazione efficace soprattutto per i pari età, contribuendo così al superamento delle paure, delle diffidenze e degli stereotipi".

L'attenzione della Cgil è stata sottolineata anche da Maurizio Tacconi, Segretario del sindacato scuola e da Giancarlo Gambineri, della segreteria del sindacato pensionati. Un'attenzione che è anche del livello regionale, come ha ricordato Claudio Guggiari, della Segreteria toscana della Cgil, che ha evidenziato "come non sia comune un'attenzione così profonda da parte di una scuola ai temi dell'immigrazione".

E il dirigente scolastico, Luciano Tagliaferri ha spiegato che "in questa scuola l'accoglienza è sperimentata e applicata ogni giorno. Qui studiano insieme studenti di diverse razze e religioni. Lo fanno bene perché questo è il mondo. La nostra comunità deve, nel rispetto delle regole, essere accogliente".

Potrebbe interessarti

  • Cattivo odore e calcare, come pulire la lavatrice

  • Piscine all'aperto. Ecco dove andare ad Arezzo e provincia

  • Le origini del nome Colcitrone

  • Piscine interrate, costi e tempi per averne una

I più letti della settimana

  • "Le hanno tolto i pantaloni per stuprarla, Martina si è difesa con i graffi. Scappando, è caduta dal balcone"

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Ritrovati i due bambini dispersi, erano bloccati al fiume con il nonno ferito

  • Cattivo odore e calcare, come pulire la lavatrice

  • Scoperto mentre lavorava a nero in un ristorante. L'ispettorato: "Era destinatario del reddito di cittadinanza"

  • Cordoglio per la scomparsa di Pamela Mannino

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento