Sottopassaggio via Veneto: “Io disabile bloccata con la carrozzina dalle barriere anti-bici”

Il problema è emerso in questi giorni successivi al montaggio delle due barrriere su entrambi i lati di via Vittorio Veneto

Enrica Cherici
Enrica Cherici
Invia per email  |  Stampa  |   26 settembre 2016 14:31  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo

Articoli correlati



Questa mattina Alba è uscita di casa con il suo mezzo di locomozione, una carrozzina motorizzata. Direzione il centro città per qualche commissione, ma un nuovo ostacolo si è messo di mezzo nel suo cammino, già non facile, di disabile che vorrebbe avere maggiore autonomia di muoversi in città.

Da due giorni sono state infatti installate le barriere che dovrebbero impedire il passaggio in sella alle biciclette. Dovrebbero perché in realtà abbiamo visto ciclisti che continuano a passare nel sottopassaggio con le due ruote, e con facilità fare lo slalom tra le due barriere senza per questo dover scendere di sella.

“Io mi sono trovata davanti le due barriere e mi sono dovuta fermare, impossibile per me passarci. Ho chiesto aiuto, si sono fermati due poliziotti che hanno preso di peso lo scooterino con me sopra” racconta Alba Coradeschi, tra l’altro pensionata del Comune di Arezzo dove lavorava all’ufficio urbanistica.

“Ho visto che qualche carrozzina più piccola, qualche sedia a rotelle con qualche manovra e difficoltà riesce a passare, ma stamani quando sono arrivata lì anche una mamma con il doppio passeggino per i suoi gemelli ha dovuto smontarlo per poter passare.”

Sono tante le difficoltà che Alba ci racconta al telefono e che vive sulla sua pelle di donna che vorrebbe mantenere la sua autonomia negli spostamenti ad Arezzo, ma incontra spesso barriere come queste, passaggi stretti, marciapiedi impraticabili, posti auto per disabili rasente la corsia di marcia. E per questo fa appello a che nei lavori pubblici ogni giorno venga tenuto conto di tutto questo, si guardi la vivibilità della città con gli occhi di chi già ha qualche difficoltà. Speriamo che il suo appello serva a migliorare la nostra Arezzo anche da questo punto vi vista.

barriere-via-veneto-sottopassaggio-disabili2

 Enrica Cherici 
Enrica ChericiAretina D.o.c.g., giornalista con la passione amaranto. Mamma consapevole, moglie.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus