"Una lista di edifici dove ospitare i servizi a rischio", il sindaco Neri scrive ad Asl e Poste

Dopo le verifiche di vulnerabilità sismica l'edificio che ospita Poste, ambulatori e Carbinieri, dovrà essere sgombrato

Un elenco di immbili dove sostituire temporaneamente Poste, ambulatori sanitari e stazione dei Carabinieri di Ponticino è stato inviato oggi dal sindaco di Laterina Pergine Valdarno, Simona Neri, alle dirigenze di Poste e Asl.

"Come concordato con la dirigenza di Asl e di Poste Italiane - spiega in una nota il sindaco Neri -, al fine d i favorire la permanenza di entrambi gli uffici all’interno dell’abitato di Ponticino (in sede temporanea e comunque fino a conclusione dei lavori di ristrutturazione dell’immobile pubblico che li osp ita attualmente) questa mattina ho trasmesso alle due direzioni, in via del tutto collaborativa, un elenco di immobili privati da sottoporre all’esame di loro Uffici Tecnici per la valutazione dei requisiti edilizi".

Ma perché il trasloco? In seguito alle indagini sulla vulnerabilità sismica messe in atto dal Comune, è emerso che l'edificio che ospita questi servizi ha un problema statico sul tetto. Subito dopo l'esito degli accertamenti Poste Italiane ha deciso di chiudere l'ufficio da Ponticino, mentre Asl e Carabinieri stanno valutando la situazione in cerca di sistemazioni più sicure.

Problemi di staticità nell'immobile di Poste, punto prelievi e Carabinieri

"Siamo vicini alla popolazione in questo momento di disagio - prosegue il sindaco Neri - e certamente confermiamo la nostra volontà di ristrutturare l’immobile e quindi renderlo di nuovo idoneo ad ospitare tutti i servizi attuali nel minor tempo possibile. L’impegno di questa Amministrazione è concentrato nella direzione di evitare che dalla delocalizzazione dei servizi possano derivare, a carico soprattutto della popolazione anziana o comunque delle fasce deboli, disagi tali da compromettere irrimediabilmente il benessere fisico e la qualità del la vita. Per questo motivo ci faccia mo portavoce delle esigenze espresse dalla cittadinanza di Ponticino, la frazione più popolosa che si è stretta in una gara di solidarietà e proprio in sede di assemblea pubblica ci ha segnalato eventuali loca li disponibili per poter continuare ad erogare i servizi offerti.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesta stagione 4 Ristoranti: ecco quando andrà in onda la puntata girata ad Arezzo

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Tre lavoratori "in nero": chiuso ristorante. Un familiare precepiva il reddito di cittadinanza

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento