Simona Neri entra nell'Osservatorio nazionale sul gioco d'azzardo

A seguito del decreto interministeriale a firma dei Ministri Grillo e Tria che ricostituiva l'Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d'azzardo e il fenomeno della dipendenza grave sono stati nominati i membri costituenti dello stesso

A seguito del decreto interministeriale a firma dei Ministri Grillo e Tria che ricostituiva l'Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d'azzardo e il fenomeno della dipendenza grave sono stati nominati i membri costituenti dello stesso. E' stata nominata in rappresentanza dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) la sindaca di Laterina Pergine Valdarno Simona Neri, già coordinatrice delle “Politiche di contrasto al Gioco d’Azzardo Patologico e Bullismo” per Anci Toscana, che ormai da anni si occupa del tema in collaborazione con il Sistema Sanitario, le forze dell’ordine ed il terzo settore, coordinando i sindaci toscani nelle iniziative di contrasto e sensibilizzazione al disturbo da gioco.

L'osservatorio, quale organismo consultivo del Ministro della Salute, provvede a:

a) monitorare la dipendenza dal gioco d'azzardo;

b) monitorare l'efficacia delle azioni di cura e di prevenzione intraprese;

c) aggiornare, sulla base delle evidenze scientifiche, le linee di azione per garantire le prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione rivolte alle persone affette dal gioco d'azzardo patologico (Gap);

d) valutare le misure più efficaci per contrastare la diffusione del gioco d'azzardo e il fenomeno della dipendenza grave;

e) esprimere i pareri sui piani di attività per il contrasto dei disturbi del gioco d'azzardo presentati dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e di Bolzano;

j) svolgere le funzioni assegnate dalla legge

ed è composto, tra gli altri, da rappresentanti del Ministero della salute, del Ministero dell'economia e delle finanze, del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, del Ministero dello sviluppo economico da rappresentanti della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimenti per le politiche antidroga, per le politiche giovanili e il servizio civile universale, per le politiche della famiglia), rappresentanti di ANCI Nazionale, dell'Istituto superiore di sanità, della Commissione salute, dell'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, Genitori Scuole Cattoliche (A.Ge.S.C.), dell'Associazione Azzardo e Nuove Dipendenze (AND, della Società italiana tossico dipendenza (SITD), dell'Associazione per lo studio del gioco d'azzardo e dei comportamenti a rischio (ALEA), del Coordinamento nazionale comunità terapeutiche (CNCA), della Federazione italiana comunità terapeutiche (FICT), del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (CNCU).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole di Simona Neri

“Sono onorata di poter rappresentare i Comuni Italiani all’interno di questo organismo così importante e di questo ringrazio il nostro Presidente Nazionale Antonio Decaro ed il Presidente Anci Toscana Matteo Biffoni per la sensibilità da sempre dimostrata su questo tema. Il disturbo da gioco è un disagio che purtroppo sta continuando a crescere in modo trasversale, colpisce tutte le fasce di popolazione, soprattutto quelle più fragili, ed è in aumento anche tra i minori. L’offerta di gioco è molto diffusa su tutto il territorio nazionale, è variegata e si evolve velocemente: è fondamentale monitorare i cambiamenti tecnologici e le risposte sociali oltre a verificare l’efficacia delle politiche di contrasto messe in atto da Regioni ed Enti Locali. Svolgerò questo mio ruolo di rappresentanza con responsabilità e determinazione, mirando alla salvaguardia della salute pubblica e all’autonomia decisionale dei colleghi Sindaci, massime Autorità Sanitarie nei propri territori, portando l’esperienza acquisita in questi anni di lavoro nella mia Regione ed esortando anche in questa sede il Governo al riordino legislativo del settore.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Boscaiolo 47enne muore schiacciato da un albero. E' un incidente sul lavoro

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento