Scuola, prima campanella tra auguri e buoni auspici. La carica dei 46mila

.

Nadia Frulli
Nadia Frulli
Invia per email  |  Stampa  |   15 settembre 2016 7:00  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo, Valdichiana

Articoli correlati



Squilla la prima campanella dell’anno e, tra l’entusiasmo di chi varca per la prima volta le soglie della scuola e le aspettative di chi invece ha già imboccato il percorso di studi, questa mattina un esercito di oltre 46mila ragazzi si accinge sui banchi.
La campanella che squillerà infatti per 6521 bimbi delle scuole dell’infanzia, 14mila 198 fanciulli della scuola primaria, 9035 ragazzini delle scuole medie e 16685 ragazzi delle superiori.
Tra i problemi degli organici e quelli delle strutture, parte il nuovo anno scolastico e dal mondo delle istituzioni arrivano gli auguri.


Il Ministro

Stamattina milioni di studenti celebrano il rito del primo giorno di scuola. Con quel carico di aspettative e anche di preoccupazioni che il ritorno tra i banchi porta con sé.
Ai nostri ragazzi, alle loro famiglie, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola faccio i miei migliori auguri. Sarà un anno di sfide importanti e grandi responsabilità.
Le affronteremo con molti strumenti in più rispetto al passato, per fare della scuola il vero motore del cambiamento.
Uno spazio da abitare non solo durante l’orario delle lezioni. Una scuola al centro di ogni comunità, aperta alle realtà che la circondano, alle famiglie, al territorio. Una nuova scuola, insieme.
Benvenuti, bentornati, buon inizio

Provincia di Arezzo

Eleonora DucciUn augurio di buon lavoro agli studenti, agli insegnanti e a tutto il personale degli istituti superiori del territorio provinciale arriva dalla Provincia di Arezzo. “E’ giusto ricordare che, pur nel quadro di una profonda revisione delle competenze, alle amministrazioni provinciali è rimasto l’importante compito di gestire l’intero settore degli studi superiori – affermano la Vicepresidente Eleonora Ducci e il consigliere Gabriele Corei, che hanno le deleghe rispettivamente dell’organizzazione e dell’edilizia scolastica. Nonostante le difficoltà di bilancio che sono ben note, siamo riusciti a garantire anche per il 2016/2017 strutture e spazi adeguati alle esigenze dei nostri istituti. Come detto fin a inizio mandato, è e sarà sempre nostra priorità garantire la sicurezza e la vivibilità degli ambienti che ospitano gli studenti. Non mancano poi le novità anche in termini di didattica, con indirizzi attivati per la prima volta in alcune zone del territorio provinciale quali, ad esempio, l’artistico a Cortona, attivazione che ha visto una proficua collaborazione tra Provincia, Comune e Istituto Signorelli. E’ stato inoltre attivato un tavolo provinciale con i referenti degli istituti con corsi a indirizzo socio-sanitario, al fine di monitorare e facilitare il percorso ratificato dal protocollo tra Regione e Ufficio scolastico sulla qualifica di OSS per gli studenti dei suddetti istituti. Garantire questi risultati, però, è davvero difficile se non ci sono risorse e ci auguriamo, quindi, che a livello nazionale venga fatta una riflessione anche su un settore come quello della scuola che viene considerato una delle priorità dal Governo”, concludono Ducci e Corei.

Il saluto del sindaco di Cortona Basanieri

basanieri_francesca1Carissimi,
ormai è tradizione iniziare l’anno scolastico con il mio saluto che vuole essere di sostegno e vicinanza ad un giorno così speciale per tutti voi.
Il primo giorno di scuola rappresenta per tutti (per gli alunni, per le famiglie e per gli insegnanti) un momento cruciale del proprio percorso di vita, di crescita, di maturazione professionale; un momento destinato a lasciare una traccia indelebile perché la scuola, con tutto ciò che essa rappresenta, è sicuramente parte essenziale e irrinunciabile delle esistenze di ognuno di noi.
Anche io sono stata un alunna e una studente e ricordo bene l’emozione e l’entusiasmo con cui mi accingevo ogni volta ad affrontare un nuovo inizio scolastico.
Per questo, oggi, da Sindaco e rappresentante delle Istituzioni Locali sono ancora più consapevole di quale carico di impegni e di doveri sia investita l’Amministrazione Comunale nel cercare di garantire una serie di condizioni culturali, sociali e ambientali che possano supportare, coadiuvare e favorire l’esercizio stesso del diritto allo studio.
Come sapete stiamo portando avanti ormai da due anni un lavoro capillare per mettere in sicurezza i nostri edifici, in modo che ognuno di voi possa stare a scuola in assoluta tranquillità e sicurezza anche in caso di eventi straordinari. Per questo voglio ringraziare dirigenti scolastici ed insegnanti per il supporto che ci danno a questo e ai tanti progetti ed iniziative che portiamo avanti insieme.
Chi ha deciso di fare l’insegnante e ha scelto di prestare il proprio servizio nella scuola facendosi testimone e portavoce del “lavoro più bello del mondo” è degno di profonda stima e rispetto.
Fare l’insegnante significa avere l’onere e l’onore di trasmettere non solo nozioni e conoscenze, ma innanzitutto valori educativi, etici e civici.

E da Castiglion Fiorentino ecco il saluto dell’assessore Silvia Del Giudice

Per il terzo anno consecutivo vivo quest’importante esperienza insieme a voi. La vivo da madre, ma la vivo anche da amministratore pubblico che si sente vicino alle famiglie che accompagnano domani i propri figli fino al portone della scuola. Un momento unico.
Ciò che mi emoziona molto è il pensiero dei più piccoli che quel portone lo varcano per la prima volta. Qualcuno intimorito, qualcuno gioioso ma tutti all’inizio di una strada che segnerà sicuramente la loro vita.
Un saluto anche alle maestranze, il cui apporto è fondamentale per il corretto svolgimento dell’anno scolastico, e ai docenti che hanno il compito, tra le altre cose, d’insegnare la storia contemporanea. Un impegno pesante e forse per certi versi anche molto gravoso ma necessario per formare una generazione di uomini e donne in grado di affrontare la vita e le sue difficoltà.
Noi genitori insieme agli insegnanti abbiamo il dovere di rendere la scuola un luogo confortevole e protetto dove far crescere i nostri figli in modo corretto sia dal punto di vista fisico che psicologico. Nell’occasione salutiamo anche i “cuccioli” del nido anche loro impegnati in questa nuova esperienza e insieme a loro tutte le famiglie che a vario titolo si sono impegnate nelle cura degli edifici scolastici.
In particolare mi rivolgo a tutti quei genitori che hanno spontaneamente prestato la propria opera realizzando migliorie a tante scuole del nostro territorio privandosi di una parte preziosa del loro tempo libero.

Come cittadina castiglionese sono particolarmente orgogliosa delle eccellenza scolastica che emerge in tutti i gradi d’istruzione delle nostre scuole.

Il saluto del sindaco di Monte San Savino

scarpellini_margherita1Agli alunni, alle famiglie, ai docenti e al personale delle scuole del territorio di Monte San Savino.

Come ogni anno l’Amministrazione Comunale, in coincidenza col primo giorno di scuola, vi augura un buon anno scolastico con un saluto da parte del Sindaco e dell’Assessora.

Il “primo giorno” per un alunno è di grande importanza, un momento che si ricorda per tutta la vita. Tutti noi l’abbiamo vissuto, con stati d’animo diversi; dalla paura della nuova sfida che ci attendeva alla gioia e alll’emozione per l’inizio di una nuova avventura.

Questo primo giorno è anche il risultato di un grande lavoro collettivo ed è merito dell’impegno dei vostri insegnanti, che sono una figura fondamentale per la vostra formazione, e di tutti coloro che lavorano nella scuola. Senza di loro nulla sarebbe possibile: a essi, per questo, va il nostro ringraziamento.

L’Amministrazione comunale ha il dovere, di concerto con l’Istituzione scolastica, di lavorare per garantire il buon andamento delle attività scolastiche. Per questo tanto impegno abbiamo riposto in questi anni, ponendo la scuola fra le nostre priorità

La nostra attenzione si è concentrata anche sull’erogazione di servizi come il trasporto e la mensa: su di essa la novità di quest’anno è la costruzione del nuovo centro di cottura all’interno della scuola Magini, novità che garantirà un più efficace e diretto controllo sulla gestione e siamo convinti porterà a un ulteriore miglioramento della qualità.

Da questo punto di vista la vostra collaborazione è per noi importante e vi invitiamo ancora una volta a segnalarci attraverso il sito comunale, oppure contattando gli uffici preposti, ogni disservizio

Mai come quest’anno è però necessario dedicare attenzione al frangente della sicurezza degli edifici scolastici.

Ma prima di elencare le cose fatte è importante ricordare le vittime innocenti del terremoto dei giorni scorsi

Su questo fronte, seppur senza ricevere finanziamenti da altri enti poiché il nostro è un territorio classificato fra quelli con un rischio sismico relativamente basso, abbiamo avviato e proseguiremo un percorso di controlli e verifiche in tutte le scuole

Anche quest’anno abbiamo poi rinnovato il sostegno alle attività extra-scolastiche e di arricchimento dell’offerta formativa, come i laboratori di lettura o la madrelingua inglese, senza dimenticare il sostegno alle numerose attività sportive.

Dal Comune di Terranuova Bracciolini gli auguri del sindaco Sergio Chienni

Chienni_sergio“Oggi comincia un nuovo percorso che vi accompagnerà nella crescita e nella formazione. Ci piace pensare che per voi la scuola rappresenti una seconda casa, un luogo dove diventare adulti con im- pegno ma anche leggerezza”. Con queste parole il Sindaco di Terranuova, Sergio Chienni, ha augu- rato con una lettera un buon inizio anno scolastico agli oltre mille studenti che da oggi siederanno sui banchi di scuola. “Da qui passa il vostro futuro – ha scritto – imparerete molte cose, fantasticando sul domani, e giorno dopo giorno crescerete insieme ai vostri compagni”.

In occasione del primo giorno di scuola il primo cittadino ha voluto esprimere auguri di buon lavoro anche alle insegnanti dei plessi scolastici di Terranuova.
“Il vostro compito è prezioso per la nostra comunità – ha scritto loro il Sindaco – siete voi che con un lavoro costante e quotidiano contribuite a formare i nostri ragazzi, coloro che saranno i cittadini di domani”.

In più ha annunciato che “come Amministrazione, oltre a mantenere un rapporto costante col Dirigente Scolastico, abbiamo già iniziato a promuovere incontri trimestrali con le coordinatrici di plesso, al ne di aggiornarci continuamente sulle necessità che di volta in volta emergeranno”.
In ne ha augurato agli oltre cento docenti a cui si è rivolto “di raccogliere tante soddisfazioni professio- nali in un settore complesso ma grati cante come quello della scuola”.

Prima campanella suonata anche per gli studenti del Comune di Cavriglia

primo-giorno-scuola-cavrigliaHanno fatto il loro rientro in classe i circa 800 studenti dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Cavriglia e Castelnuovo dei Sabbioni e come tradizione l’Assessore alla Pubblica Istruzione Paola Bonci ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale facendo un grosso in bocca al lupo a tutti gli studenti cavrigliesi. Archiviate con soddisfazione le serie di iniziative che hanno contraddistinto l’ “Anno del libro”, e l’ “Anno della Matita” quest’anno scolastico 2016/2017 è stato intitolato “Anno del Bambino”, quindi non un oggetto-simbolo, ma la conferma di un impegno concreto nei confronti dei diritti dei bambini. Il Comune di Cavriglia infatti, intraprenderà i nove passi del progetto Unicef  “Città Amica delle Bambine e dei Bambini”. Come hanno illustrato ai ragazzi l’Assessore Paola Bonci, il Dirigente Scolastico Alessandro Papini ed il delegato provinciale di Unicef Nera Martelli, l’obiettivo delle iniziative. che si susseguiranno durante l’anno scolastico, è quello di promuovere eventi di formazione e informazione per migliorare la vita dei bambini nella nostra comunità. Sarà un programma di azione e i nove passi saranno deliberati anche in Consiglio Comunale. L’inizio dell’anno scolastico è stata quindi l’occasione, per richiamare, in maniera simbolica, un diritto fondamentale del bambino: il diritto al gioco e a tal proposito l’Assessore Paola Bonci ha regalato un gioco in scatola a tutte le classi quinte della primaria e a tutte le prime della Secondaria di Primo Grado: gioco in scatola ed esperienza didattica intitolata “I sentieri dei giusti”, materiale donatoci dall’Associazione Gariwo quando Cavriglia è diventata Giardino dei Giusti. Nel frattempo si sta avvicinando alla conclusione il primo lotto dei lavori in corso ai plessi scolastici di Castelnuovo dei Sabbioni, intervento per il quale l’Amministrazione Comunale ha ottenuto il riconoscimento di finanziamenti ministeriali per un valore complessivo di circa 2,6 milioni di Euro. I lavori porteranno non soltanto all’efficientamento energetico degli edifici, ma anche all’adeguamento sismico e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Per far spazio al cantiere la Scuola dell’Infanzia è stata trasferita presso i locali del Centro Servizi – Incubatore di Imprese di Bomba. I ragazzi della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di Primo grado invece sono rientrati regolarmente nei plessi scolastici castelnuovesi. Qui infatti le opere che hanno interessato gli interni degli edifici sono praticamente già concluse

Tag:




 Nadia Frulli 
Nadia FrulliUna laurea, un master e tanta voglia di raccontare la propria città.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus