Vertenza al Comune, accordo raggiunto. Quattro sindacati su cinque revocano lo sciopero

Il Csa che non ha mai partecipato al tavolo delle trattative ha tempo fino alle 16 di oggi per porre la firma sull'accordo e scongiurare totalmente lo sciopero

C' è la firma. Lo sciopero è revocato. L'ultimo incontro della vertenza al Comune di Arezzo è stato proficuo. I rappresentanti di Cgil, Cisl, UIl e Diccap hanno raggiunto una posizione concorde con l'amministrazione e posto le proprie firme sull'accordo. Così le stesse quattro sigle sindacali hanno proceduto a revocare lo sciopero che era stato indetto per domani, venerdì 11 ottobre. 

Che la strada fosse in discesa si era appreso nelle ultime ore di ieri quando i rappresentanti dei lavoratori al Comune di Arezzo erano usciti soddisfatti, avendo posto sul tavolo questioni che se fossero state confermate dall'accordo avrebbero spento gli animi e sconguirato lo sciopero nel primo giorno del Mercano Internazionale.

Al tavolo, anche questa mattina, assenti i quattro membri del Csa, il sindacato prevalente tra i vigili urbani di Arezzo, arroccato su posizioni più intransigenti. L'amministrazione ha deciso di concedere loro qualche altra ora. E quindi pootranno firmare l'accordo entro le 16,00 di oggi. Altrimenti la loro parte di sciopero resterà in atto, con probabili astensioni di vigili urbani dal lavoro nella giornata di domani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • "E' il bar della droga". Il questore di Arezzo lo chiude 10 giorni

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

  • Allagamenti ad Arezzo: strade chiuse e piante crollate

  • Quanto dura il maltempo? Le previsioni meteo ad Arezzo per il weekend

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento