Sanità, mancanza di personale e sofferenza dei servizi. I sindacati: "Serve una terapia d'urto"

La presa di posizione unitaria della Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil.

Marco Vitelli delegato alla sanità della Toscana Sud Est

"Da troppo tempo il personale della Usl Sud Est è in sofferenza e da troppo tempo continuiamo a segnalare criticità diffuse. Ferie ed ore straordinarie accumulate, rientri continui, attività in aggiuntiva, attività “a scavalco” tra servizi diversi, uso costante di personale interinale. Sono tutti segnali di un unico “male” della nostra sanità: manzanza di personale."

I comparti della Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil lanciano l'allarme e chiedono di risolvere queste problematiche con una programmazione.

Non ci basta più che vengano deliberate assunzioni “spot” perché l’esodo è continuo e progressivo ed inoltre l’età media dei lavoratori avanza. C’e’ bisogno di una vera e propria programmazione di ampio respiro. Un piano imponente di terapia d’urto della Sanità Toscana, e nel caso specifico della Azienda Usl Sud Est. Il fatto che i concorsi siano gestiti da Estar, con interminabili procedimenti assunzionali, non può essere una valida motivazione alla mancanza di personale: significa che non c’e’ una programmazione efficace e che non si ragiona in ottica prospettica ma si vive il quotidiano con ciò che ne consegue per cittadini e lavoratori. Se i tempi di Estar sono titanici, allora le politiche assunzionali non possono essere risicate per ovvi motivi. Questa continua emergenza costa alle tasche dei contribuenti in termini di ore straordinarie (attività aggiuntiva, straordinari) ed in termini di qualità dei servizi (percepita e/o reale), ed ai lavoratori in termini di sacrifici personali e di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infermieri, Oss, Tecnici, Amministrativi, non ci sono figure professionali che siano immuni da questa emorragia che ancora non si riesce a tamponare, e le emorragie si sa, possono avere tragici epiloghi. Fp-Cgil , Cisl Fp, Uil Fpl chiedono un impegno immediato da parte della Regione Toscana e della Direzione della Usl Sud Est ad affrontare un problema che da cronico rischia di diventare irreversibile, con le inevitabili conseguenze che tutti possiamo immaginare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Coronavirus, obbligo di mascherine dove necessario mantenere una distanza di 1,8 metri

  • Drastico calo dei contagi: un solo caso in provincia di Arezzo

  • Le attività aperte e quelle che effettuano consegne a domicilio. Segnala ad Arezzo Notizie il tuo negozio

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento