Sanità ad Arezzo, ecco il piano degli investimenti. Desideri: "Non si chiudono ospedali, ma si rafforzano"

"Non si chiude nessun ospedale, come qualcuno dice in giro, ma si rafforzano nella rete territoriale e si fanno investimenti". Così il direttore generale della Asl Toscana Sud Est Enrico Desideri aveva commentato ieri i dati del piano di...

ospedale_arezzo_aerea_mod

"Non si chiude nessun ospedale, come qualcuno dice in giro, ma si rafforzano nella rete territoriale e si fanno investimenti". Così il direttore generale della Asl Toscana Sud Est Enrico Desideri aveva commentato ieri i dati del piano di investimenti che riguardano gli ospedali aretini, un piano per i beni immobili e per le tecnolgie sanitarie e informatiche.

I principali macro-obiettivi che la Direzione della Usl Toscana Sud Est si è data in questo settore degli investimenti, sono: completamento delle opere avviate nelle precedenti annualità e interventi di adeguamento e potenziamento funzionale di ulteriori settori di attività; adeguamento degli edifici ed impianti per garantire i requisiti di prevenzione incendi, per la sicurezza e salute, rischi sismici e per l'autorizzazione delle strutture sanitarie; riqualificazione di alcuni edifici ed impianti tecnologici finalizzata alla riduzione dei consumi energetici e delle risorse naturali; potenziamento e rinnovo delle tecnologie sanitarie ed informatiche, con particolare riguardo alla alta tecnologia e alla telemedicina.

Il programma complessivo prevede un investimento per circa 39 milioni di euro con sostituzione, secondo un piano annuale, delle apparecchiature di medio-bassa tecnologia e secondo il livello del presidio ospedaliero per l’alta tecnologia. Apparecchiature e procedure informatiche: con un investimento di circa 8milioni di euro. Il rinnovo tecnologico sia delle dotazioni di base che per l’erogazione e gestione dei servizi (hardware, software e reti di trasmissione) che lo sviluppo particolare di alcuni settori quali la telemedicina.

Di seguito i principali interventi presenti nel programma degli investimenti per gli immobili, suddivisi per zona/distretto:

Arezzo: (totale circa 23 milioni di euro)

Conclusi: realizzazione Hospice presso palazzina Calcit; al Presidio San Donato: la Realizzazione Unità Farmaci Antiblastici, potenziamento Centrale Operativa 118, ristrutturazione reparto oncologico, realizzazione impianti di cogenerazione e il progetto Ospedale verde, adeguamento ambulatori ginecologici, ristrutturazione locali ex dialisi, anatomia patologica, centro trasfusionale, locali preparazione farmaco, adeguamento sale operatorie con dotazione di Robot operatorio,

In corso: Area funzioni di supporto per la chirurgia ambulatoriale, sostituzione Unità Trattamento Aria del Blocco Operatorio,

In programma: realizzazione nuovo punto prelievi, miglioramento climatizzazione primi 3 settori, completamento dell'adeguamento antincendio dell'intero edificio; ristrutturazione intero blocco sale operatorie comprese le specialistiche, potenziamento diagnostica per immagini con introduzione nuova sala angiografica; realizzazione nuovo Centro Autismo; potenziamento servizio SPDC; riorganizzazione e riqualificazione di alcune sedi di servizi territoriali (medicina legale, salute mentale, attività distrettuali). Valdarno: (totale oltre 9 milioni di euro)

Conclusi: al Presidio La Gruccia: realizzazione radioterapia, installazione nuova RMN e reparto, cogenerazione; ristrutturazione del centro trasfusionale; realizzazione Casa della Salute Castelfranco, Terranova Bracciolini e Riabilitazione CRT, adeguamenti per requisiti di accreditamento e antincendio alla Casa della Salute di S. Giovanni.

In programma: manutenzione straordinaria per la facciata del presidio, realizzazione parcheggio, primi consolidamenti e primi stralci per la climatizzazione della Casa della Salute S. Giovanni Valtiberina: (totale oltre 4 milioni di euro).

Conclusi: presidio Sansepolcro: realizzazione reparto Pronto Soccorso HDU, realizzazione Casa della Salute Anghiari

In corso: elaborazione progettazione finalizzata all'adeguamento sismico del presidio e primo stralcio interventi di adeguamento sismico

In programma: adeguamento area medica (strutturale e climatizzazione da valutare), completamento adeguamento antincendio del presidio (ascensore), ristrutturazione area laboratorio analisi e medicina trasfusionale, adeguamenti requisiti di accreditamento

Casentino: (totale circa 1,3 milioni di euro).

Concluso: acquisizione ampliamento RSA “Certomondo”

In corso: Centro Medicina Territoriale Stia-Pratovecchio;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
In programma: presidio Bibbiena: elaborazione progettazione finalizzata all'adeguamento sismico del presidio; adeguamento Pronto Soccorso e area piastra; adeguamento per requisiti Accreditamento Valdichiana Aretina: (totale circa 1,2 milioni di euro)

Conclusi: realizzazione Casa della Salute diCortona; adeguamento RSA e CCS Cortona; adeguamento antincendio Casa della Salute Castiglion Fiorentino e Foiano; vari interventi di manutenzione straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento