Rossi a Riace per l'accoglienza migranti, presente anche il sindaco di Talla

Martedì 26 aprile il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, sarà a Riace (Reggio Calabria) su invito del sindaco della cittadina calabra, Domenico Lucano, per conoscere da vicino l'esperienza di accoglienza dei migranti maturata in quella...

rossi3

Martedì 26 aprile il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, sarà a Riace (Reggio Calabria) su invito del sindaco della cittadina calabra, Domenico Lucano, per conoscere da vicino l'esperienza di accoglienza dei migranti maturata in quella realtà.

Rossi sarà insieme ad una delegazione di Anci Toscana, guidata dal presidente e sindaco di Prato, Matteo Biffoni, della quale fanno parte anche i sindaci di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini, di Roccastrada, Francesco Limatola, e di Talla, Eleonora Ducci.

A fine marzo la rivista americana "Fortune" ha inserito il sindaco di Riace, Domenico Lucano, al quarantesimo posto della classifica dei cinquanta leader più influenti del mondo per il suo impegno nel campo dell'immigrazione. Infatti da quando è sindaco il suo comune ha dato ospitalità ad oltre seimila immigrati che hanno avviato una serie di attività artigianali ed imprenditoriali che hanno determinato la rivitalizzazione del paese. Domenico Lucano ha spiegato che a Riace non ci sono centri d'accoglienza e che ai migranti viene data una casa vera. Le case svuotate dall'emigrazione sono state ripopolate da una comunità multietnica che ha riportato in vita anche gli antichi mestieri.

Hanno riaperto laboratori di ceramica e tessitura, bar, panetterie e persino la scuola elementare. È stato avviato un programma di raccolta differenziata con due asinelli che si inerpicano nei vicoli del centro, e il Comune ha assunto mediatori culturali. Un modello che, come scrive Fortune, "ha messo contro Lucano la mafia e lo Stato, ma è stato studiato come possibile soluzione alla crisi dei rifugiati in Europa".

L'idea è nata in seguito ad una sollecitazione dell'allora vescovo di Locri, monsignor Bregantini, che invitò ad aprire i conventi per accogliere i migranti. A Lucano venne l'idea di usare le case abbandonate del centro storico per ospitare un popolo in fuga. In paese non erano rimaste più di 400 persone, una comunità che si spegneva giorno dopo giorno. Poi, Riace ha aderito al Programma nazionale asilo ed è diventata luogo di transito di tantissimi migranti. Questo ha dato speranza a chi è arrivato, ma anche a chi ha accolto i migranti.

Domenico Lucano, che è l'unico italiano presente nella classifica di "Fortune", illustrerà al presidente Rossi e alla rappresentativa dei sindaci toscani, il "modello Riace".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Dramma nella notte, morto Gabriele Frosini: malore fatale

  • E' morto Beppe Bigazzi, noto volto de La Prova del Cuoco

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Baby inventori aretini portano il futuro in ogni casa. Il vecchio impianto elettrico? Diventa domotico

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento