Roberta Casini presenta il programma di fine mandato: il 2018 di Lucignano

Roberta Casini conclude questa lunga intervista annunciando l’avvio dei lavori al campo sportivo, per un importo quantificato in 120.000 euro, grazie ad un mutuo che verrà acceso con l’istituto per il Credito Sportivo su cui il Comune fungerà da garante.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   12 febbraio 2018 21:53  |  Pubblicato in Attualità, Valdichiana


Il primo mandato di sindaco è giunto quasi in fondo. Roberta Casini, a capo dell’amministrazione comunale di Lucignano, conferma tutto l’entusiasmo e la fortissima naturale soddisfazione per i buoni risultati sin qui conseguiti e per gli obiettivi di questo ultimo scorcio di impegno politico al servizio della comunità locale. Ci riceve nel suo ufficio, alternando in maniera frenetica mille dettagli di un lavoro oltremodo complesso eppure davvero affascinante che giorno dopo giorno rende giustizia ad una precisa idea di cambiamento radicale del quadro amministrativo lucignanese. All’inizio di quest’ultimo anno di legislatura, Roberta Casini offre una analisi estremamente accurata di scelte che incideranno inevitabilmente sulla vita degli abitanti di questo splendido antico paese.

“Dopo la firma congiunta di ben 11 Comuni per la proposta di candidatura all’UNESCO del territorio della Valdichiana aretina e senese, viene spontaneo riflettere sul significato di una proposta politica molto lungimirante, che guarda a prospettive molto ampie rifuggendo da schemi ormai desueti di particolarismo fine a se stesso” afferma questa giovane donna pienamente coinvolta nel suo ruolo di amministratore pubblico. “Penso che una simile scelta offra una lettura del nostro agire politico, finalmente scevra da forme opportunistiche, limitate. Dobbiamo guardare avanti, con grande coerenza e senza atteggiamenti che indulgano al piccolo cabotaggio. In un mondo sempre più globalizzato è importante che 11 sindaci – al di là delle diverse collocazioni politiche o geografiche – abbiano sentito la necessità di unirsi per proporre una idea concreta di tutela, salvaguardia, promozione e rilancio di un territorio molto vasto, storicamente e morfologicamente omogeneo, che può realmente puntare a diventare una delle eccellenze italiane. Nasce da qui l’idea di valorizzare il Paesaggio Rurale della Valdichiana, come bene culturale da proteggere ed esaltare nelle sue molteplici forme (agricoltura, ambiente, storia, beni culturali, artigianato tipico, tradizioni).  Vogliamo insomma creare tutti insieme un vero e proprio Brand “Valdichiana”, riconosciuto ed apprezzato dovunque. Sta a noi amministratori credere in questo vero e proprio salto di qualità della politica.” Sono parole significative quelle pronunciate da Roberta Casini, cui va il merito di avere avuto per prima la felice intuizione di un’azione congiunta, pienamente condivisa dai colleghi amministratori che hanno solennemente sottoscritto il documento di adesione lo scorso 2 febbraio nella sala consiliare di Lucignano.

Ma il 2018 è un anno di ambiziosi progetti per la realtà locale e il Sindaco, col suo abituale piglio decisionista, intende elencare alcuni interventi qualificanti dell’ultima parte del proprio primo mandato. “Le nostre scelte per questo anno sono improntate ad una puntuale riqualificazione dell’asse viario che conduce dal centro storico al Convento dei Cappuccini, ovvero Via della Repubblica con la costruzione di marciapiedi pedonali che mettano finalmente in sicurezza una zona interessata tra l’altro da un importante flusso di traffico. Pensiamo inoltre a ridefinire con una lettura più funzionale il Parcheggio della Rimembranza, nei pressi dell’attuale edificio scolastico del Capoluogo per rendere più organico e razionale lo stesso Giardino Pubblico.   All’interno del centro storico occupa un posto privilegiato nelle nostre attenzioni la definitiva sistemazione di Piazza Vassallo, nelle immediate adiacenze di Porta Murata. Con le opportunità offerte dal Bando GAL 2018 sistemeremo questo importante punto del paese, attraverso mirati interventi di pavimentazione e consolidamento del muro soprastante. È un’opera che qualificherà uno degli angoli più suggestivi del nostro centro storico, rendendolo finalmente fruibile come luogo di vita. Infine, voglio far presente che gli spazi attualmente usati dall’USL nei locali dell’ex Ospedale S. Anna sono in procinto di trasferirsi nella nuova sede della Misericordia, in Via Bonastro. L’immobile di Via Matteotti sarà messo in vendita. L’auspicio mio personale è ripensare ad un suo uso finalizzato ad attività ricettive turistiche, dal momento che questo nostro meraviglioso paese risulta oggi privo di una struttura alberghiera.”

Molta carne al fuoco, quindi, con un riferimento puntuale al centro storico lucignanese, di fatto divenuto nell’azione del governo locale vero e proprio contenitore di interventi in serie, tesi a valorizzarne la straordinaria identità di splendido scrigno ricco di tesori.  In realtà, Roberta Casini, vuole rammentare almeno altri due grossi lavori in programma nel corso del 2018. Si tratta dell’ampliamento del plesso scolastico di Pieve Vecchia, che ospita la scuola dell’Infanzia e l’asilo nido, destinato a diventare sempre più una realtà molto articolata e funzionale. “È un segno evidente della nostra attenzione nei riguardi dei percorsi formativi delle future generazioni. Una scommessa che vogliamo assolutamente vincere, a favore delle classi anagrafiche che si aprono alla vita della nostra comunità”, sono le parole profetiche del Sindaco.

Infine, Roberta Casini conclude questa lunga intervista annunciando l’avvio dei lavori al campo sportivo, per un importo quantificato in 120.000 euro, grazie ad un mutuo che verrà acceso con l’istituto per il Credito Sportivo su cui il Comune fungerà da garante.

blog comments powered by Disqus