Rischio sismico. In Valtiberina controllati il 90% degli edifici pubblici: la mappa comune per comune

E' la Valtiberina a detenere il primato come area della provincia di Arezzo dove sono stati effettuati maggiormente i controlli antisismici sulle strutture di interesse pubblico. I sette Comuni della vallata hanno segnalato alla Regione Toscana...

sismografo-terremoto

E' la Valtiberina a detenere il primato come area della provincia di Arezzo dove sono stati effettuati maggiormente i controlli antisismici sulle strutture di interesse pubblico.

I sette Comuni della vallata hanno segnalato alla Regione Toscana un totale di 146 strutture. Ben 132 di questi hanno già avuto ricevuto la visita dei tecnici e degli specialisti per effettuare sopralluoghi, verifiche, controlli strutturali e procedere con eventuali adeguamenti. Il dettaglio, comune per comune, della situazione nei territori della Valtiberina

anghiari (4)

Anghiari La mappa completa

badia-tedalda

Badia TedaldaLa mappa completa

Caprese Michelangelo

Caprese Michelangelo La mappa completa

Monterchi

Monterchi La mappa completa

pieve_santo_stefano

Pieve Santo StefanoLa mappa completa

AR SANSEPOLCRO

Sansepolcro La mappa completa

Sestino - La mappa completa

Dall'elenco fornito alla Regione Toscana sono rimasti esclusi soltanto 14 edifici. Il resto è stato quanto meno oggetto di verifica. 24 invece sono quelli adeguati e quattro quelli demoliti.tabella-valtiberina

(Fonte dati: http://www.regione.toscana.it/-/patrimonio-edilizio-pubblico-in-toscana) La particolare sensibilità alla tematica riguardante la prevenzione dal rischio sismico trova giustificazione anche e soprattutto nel fatto che tutti i comuni della Valtiberina insistono su un'area geografica che la stessa Protezione Civile regionale ha definito zona 3 (ovvero con rischio medio). Anghiari, Badia Tedalda e Caprese Michelangelo addirittura hanno già provveduto ad effetturare le verifiche su tutte le strutture segnalate come bisognose di controlli. Soltanto nel comune anghiarese sono stati adeguati 10 edifici su 15 (per gli altri cinque gli interventi di monitoraggio sono ancora in corso). I recenti fatti di cronaca e le ultime scosse di terremoto che hanno flagellato ancora una volta il Centro Italia hanno riacceso i riflettori sulla necessità questione sicurezza.

In tutta la Valtiberina, e in particolare a Sansepolcro, il sisma dello scorso 26 ottobre è stato avvertito con particolare forza. In seguito agli ultimi avvenimenti nel capoluogo biturgense sono stati eseguiti dei controlli strutturali in tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sansepolcro: riaprono le scuole, salva la Resurrezione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento