Rischio sismico: controlli nelle scuole di Arezzo. Tre squadre di tecnici comunali al lavoro

Sei edifici sono già stati controllati dai tecnici del Comune e gli altri, a brevissimo, saranno passati sotto la lente d'ingrandimento per le verifiche statiche e strutturali. E' all'indomani delle scosse sismiche che hanno colpito il Centro...

 

Sei edifici sono già stati controllati dai tecnici del Comune e gli altri, a brevissimo, saranno passati sotto la lente d'ingrandimento per le verifiche statiche e strutturali.

E' all'indomani delle scosse sismiche che hanno colpito il Centro Italia che anche in città gli amministratori procedono con gli accertamenti sui palazzi di pubblico interesse. I primi della lista sono appunto le scuole.

Sono in tutto 35, tra asili e scuole per l'infanzia, le strutture di competenza comunale che saranno sottoposte a ispezione.

"Abbiamo iniziato questa mattina - spiega il sindaco Alessandro Ghinelli - abbiamo già provveduto a controllare le prime sei strutture. Entro due settimane avremo terminato gli accertamenti. Per il momento, non abbiamo riscontrato alcuna criticità. Personalmente ho fatto visita ad alcune scuole e non ho riscontrato elementi di pericolo. Ovviamente però non vogliamo essere certi delle buone condizioni dei luoghi che ospitano i nostri bambini. Quindi procederemo e lo faremo in fretta".

Tre squadre di tecnici da questa mattina sono dunque al lavoro per controllare tutte le scuole comunali e statali.

Dall’amministrazione comunale la parola d’ordine è: “nessun panico”. Gli edifici scolastici del territorio sono “in buono stato – tengono a precisare il sindaco Alessandro Ghinelli e l’assessore alle politiche scolastiche Lucia Tanti – ma quanto è di nostra competenze lo faremo. All’insegna della sicurezza di alunni, personale docente e non docente e della tranquillità delle famiglie”.

I controlli saranno finalizzati alla compilazione di schede di primo livello di rilevamento danno, pronto intervento e agibilità.

scuole-controlli-sisma

“Questo terremoto ha messo in risalto un aspetto critico – precisa il sindaco – relativo alla qualità di molti edifici e ha determinato, per professionisti e istituzioni, una coscienza diffusa, ovvero che occorre passare a una classificazione del patrimonio edilizio nazionale. Almeno una classificazione di primo livello omogenea, su base tipologica e strutturale, possiamo farla sulle scuole, a costi ridotti e con personale comunale”.

La giunta ha deciso di costituire le tre squadre dopo una serie d’incontri tra i vari assessori e gli uffici che si sono susseguiti fin da domenica 30 ottobre quando anche Arezzo si è svegliata percependo in modo evidente gli effetti del sisma che da mesi sta caratterizzando l’Italia centrale. Le tre squadre saranno guidate rispettivamente dal sindaco Alessandro Ghinelli e dall’assessore Marco Sacchetti, anch’egli ingegnere come il sindaco, e dal tecnico comunale Luca Senserini del Servizio edilizia. I controlli riguarderanno i circa 40 edifici scolastici comunali e statali e si esauriranno nell'arco di due settimane. Sono tre tecnici abilitati a rilasciare le certificazioni di agibilità compilate sulla base delle schede del Dipartimento della Protezione Civile.

Vigili del fuoco al lavoro per le verifiche

Anche i vigili del fuoco di Arezzo sono stati già allertati per eseguire controlli sulle strutture di pubblica utilità e sugli edifici dell'aretino.

"Non ci sono problemi di alcun tipo" fanno sapere oggi dalla centrale operativa di via Degli Accolti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento