Riapre il Passo dei Mandrioli. E45 crivellata: corsie chiuse e voragini sull’asfalto

Se infatti il Passo dei Mandrioli è stato liberato da ghiaccio e neve, la E45 resta sempre nelle stesse condizioni.
Nella giornata di ieri non sono mancati i disagi dovuti per lo più agli asfalti quasi completamente sgretolati a causa del cattivo stato di manutenzione.

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   13 marzo 2018 13:27  |  Pubblicato in Attualità, Casentino

Articoli correlati



Gli operai della viabilità sono al lavoro da questa mattina per rendere nuovamente fruibile la viabilità anche sul versante romagnolo.
Il Passo del Mandrioli dopo quasi un mese di impraticabilità a causa della presenza di neve ecco che torna finalmente transitabile.

La notizia ha già iniziato a rimbalzare da una parte all’altra dei social e del web già dalle prime luci di questa mattina.
“Finalmente – si legge sul gruppo Viabilità Mandrioli – la strada tornerà percorribile in ambo le direzioni”.

La conferma arriva anche dall’ufficio viabilità della Provincia di Arezzo dove questa mattina hanno appreso che i colleghi di Forlì-Cesena erano entrati in azione per liberare al meglio la strada dai cumuli di neve che si erano formati nelle scorse settimane.
L’interdizione al traffico, per quello che riguarda il versante romagnolo, era scattata lo scorso 23 febbraio.

Un disagio infinito che si è protratto per ben 26 giorni e che oggi, a quanto pare, sarebbe arrivato ad una conclusione.
Nei giorni passati, oltre alle lamentele da parte degli utenti, non sono mancate neppure le polemiche di carattere politico.

Della vicenda si è particolarmente interessato anche il sindaco del Comune di Poppi Carlo Toni che ha monitorato attentamente la situazione.

“Purtroppo non possiamo sempre puntare il dito contro le amministrazioni – spiega il primo cittadino – per quello che era di nostra competenza abbiamo provveduto ad effettuare gli interventi necessari. Infatti nel lato aretino la strada era percorribile in sicurezza”.

“Il Passo dei Mandrioli è stato finalmente riaperto – scrive Enrico Lettig – Una buona notizia.
Ma da oggi vigilanza massima più di quanto in passato non sia mai stato fatto, per un’arteria fondamentale che collega un pezzo di Toscana alla Romagna. Ora si intervenga (presto e bene) per reperire le risorse indispensabili alla sua manutenzione”.

Ma per un lieto fine ce ne è un altro che ancora resta in sospeso.
Se infatti il Passo dei Mandrioli è stato liberato da ghiaccio e neve, la E45 resta sempre nelle stesse condizioni.
Nella giornata di ieri non sono mancati i disagi dovuti per lo più agli asfalti quasi completamente sgretolati a causa del cattivo stato di manutenzione.
In questo senso l’ente gestore (Anas) ha previsto la riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Incrocio Madonnuccia Poggiolino (Km. 143,3) e Incrocio Sansepolcro Nord (Km. 140) in direzione Incrocio Viterbo-Terni Dal km 142+900 al Km 142+400 12/03/2018 14:08. Riduzione di carreggiata, sempre a causa fondo stradale dissestato, anche nel tratto compreso tra Incrocio Canili (Km. 162,8) e Incrocio Valsavignone (Km. 158) in direzione Incrocio Viterbo-Terni Dal Km 161+700 al Km 161+400.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus