Badia Tedalda è il comune meno "riciclone" della provincia. Differenziata a rilento in Valtiberina

I dati sono quelli forniti dal Ato Toscana Sud che nel proprio report fa il punto su quelle che sono le cifre riguardanti i comuni della vallata

Il più riciclone della Valtiberina è Pieve Santo Stefano con il 41,16 per cento di differenziata raccolta nei primi sei mesi dell'anno. Il meno "green" invece è Badia Tedalda che, con il suo 15,19% di differenziata, non solo segna il dato peggiore della vallata ma anche dell'intera provincia di Arezzo calando addirittura del 2,46% rispetto all'anno precedente. 

E' all'interno del report presentato Ato Toscana Sud, autorità che si occupa del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani programmando, organizzando e controllando l’attività di gestione del servizio, che viene posto l'accento anche sulle cifre riguardanti questa porzione di territorio.

Complessivamente l'area, che insieme al comune di Arezzo, Casentino, Valdichiana e Valdarno compone l'ambito di pertinenza provinciale, conta un tasso di raccolta differenziata del 34,31% crescendo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente del 3,60%.

Il dettaglio su Arezzo. La differenziata cresce del 5,67%

Differenziata: cresce la raccolta in Valdichiana e ad Arezzo. I dati di Sei Toscana

Valdichiana regina del riciclo

Differenziata. Il Valdarno supera il 40%. Top Castelfranco Piandiscò, Bucine maglia nera
 

dati-differenziata-2

Il dettaglio comune per comune

Anghiari - La raccolta differenziata arriva al 40,51% con un incremento del 4,94%. I chili di rifiuti prodotti all'anno per abitante sono 491,89 (-2,60%).
Badia Tedalda - 15,19%. Questa la percentuale di differenziata calcolata nel territorio comunale che, in controtendenza rispetto ad altre realtà aretine, diminuisce del 2,46%. In calo anche i rifiuti prodotti all'anno dai badiesi che segnano un -3,54%.
Monterchi - La raccolta differenziata arriva al 31,72% con un aumento in del 3,30%. Sensibilmente decresciuti anche i chili di rifiuti all'anno prodotti dai 1.716 abitanti del comune che segnano un 2,39%.
Pieve Santo Stefano - In totale la percentuale di raccolta differenziata, nei primi sei mesi dell'anno, si attesta al 41,16 per cento con una crescita rispetto all'anno precedente del 5,07%. Calo importante anche dei chili di scarti prodotti dai residenti del comune che diminuisce del 7,47%.
Sansepolcro - La raccolta differenziata nel comune di Sansepolcro raggiunge nei primi sei mesi dell'anno il 32,50 per cento riuscendo a crescere del 3,38%. In crescita dell'1,89% invece i chili prodotti dai 15.876 biturgensi che sono stati stimati in 616,76 pro capite.

Caprese Michelangelo e Sestino non compaiono nella rilevazione eseguita da Sei Toscana.

Dati differenziata Ato Toscana Sud il dettaglio comune per comune

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento