Differenziata: cresce la raccolta in Valdichiana e ad Arezzo. I dati di Sei Toscana

In linea con la media d’ambito (intorno al 5%) è l’aumenta la percentuale di differenziata nei comuni capoluogo di Arezzo (+45%) e Grosseto (42%), mentre Siena è salita al 41%

La flessione è del 2,3% rispetto all'anno precedente.
Cala la percentuale dei rifiuti urbani raccolti nel primo semestre nel territorio della Ato (Ambito Toscana Sud) che comprende le province di Arezzo, Siena e Grosseto.

A documentarlo è il gestore unico Sei Toscana che rileva come nel primo semestre del 2019 gli scarti raccolti siano scesi a 265mila tonnellate, con una flessione di circa 6 mila tonnellate sullo stesso periodo del 2018, pari al 2.3%.

Molto più consistente è stata la riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati, scesa del 10,3% a 142 mila tonnellate, mentre è aumentata significativamente la raccolta differenziata, salita dell’8,7% a 123 mila tonnellate.

La percentuale di differenziata nella Toscana del sud è pertanto aumentata significativamente di circa 5 punti, portandosi al 46,4% dal 41,7% dello stesso periodo dell’anno precedente, con una forte accelerazione rispetto alla media degli ultimi 5 anni (appena superiore all’1% annuo), pur restando su livelli ancora lontani dall’obiettivo del 70% fissato dalla Regione toscana.

Si evidenziano - spiegano dall'autorità di ambito - i primi concreti risultanti dei diffusi interventi di riorganizzazione dei servizi attivati da molte amministrazioni comunali e da Sei Toscana, con l’introduzione della raccolta porta a porta o dei contenitori ad accesso controllato (“cassonetti intelligenti”), in esecuzione della pianificazione approvata dall’autorità d’ambito, finalizzata a ridurre il fabbisogno di smaltimento dei rifiuti indifferenziati per limitare sensibilmente l’utilizzo delle discariche. L’apprezzabile incremento della percentuale di differenziata è l’esito di andamenti molto differenziati nella 18 aree territoriali in cui si suddivide la Ato.

Incrementi superiori al 10% della percentuale di raccolta differenziata si sono infatti rilevate nel Chianti (+ 15% per arrivare al 56%), nella Valdichiana senese (+11% fino al 65%) e nella Val di Merse (+11% per raggiungere il 58%). Percentuali intorno al 60% si registrano anche nella Grosseto Nord (60%) nelle Crete Senesi (59%) e nella Valdichiana aretina (57%).

Poco dinamiche invece (con incrementi della inferiori all’1%) sono risultati il Casentino e dell’Amiata Grossetana (ancora inferiori al 28%).

In linea con la media d’ambito (intorno al 5%) è l’aumenta la percentuale di differenziata nei comuni capoluogo di Arezzo (+45%) e Grosseto (42%), mentre Siena è salita al 41%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Schermata 2019-08-10 alle 18.18.25-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento