Olio alimentare esausto: ad Anghiari attivati cinque punti di raccolta

Le cinque nuove postazioni di raccolta si aggiungono al centro di raccolta in località Il Chiuso, dove è già possibile conferire questo particolare rifiuto

Al via un nuovo servizio di raccolta differenziata ad Anghiari: Sei Toscana in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha attivato in tutto il territorio la raccolta dell’olio alimentare esausto, ovvero l’olio utilizzato in cucina per la preparazione e la conservazione del cibo.

A disposizione dei cittadini sono stati installati cinque nuovi punti di raccolta posizionati in modo omogeneo nel territorio comunale così da permetterne l’utilizzo a tutta la cittadinanza. I contenitori si trovano in piazza della Stazione (vicino alla Casina dell’acqua), via Campo alla Fiera (postazione di fronte Bar Cocomerò), via delle Logge, Località Tavernelle (postazione di fronte alla Vecchi Osteria la Pergola) e in località San Leo (a fianco del contenitore delle pile vicino al semaforo lato bar L’Angolo). L’obiettivo del nuovo servizio è quello di intercettare questo particolare rifiuto che, se non smaltito correttamente, può creare danni ambientali molto significativi: basta infatti un litro d’olio alimentare esausto per rendere non potabile un milione di litri d’acqua, una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per 10 anni. 

“Si tratta di un’iniziativa importante che ci permette di fare un ulteriore passo avanti verso la tutela dell’ambiente e il giusto smaltimento dei rifiuti - ha commentato il vice sindaco Claudio Maggini – l’amministrazione continua a dimostrarsi particolarmente attenta e sensibile ad un tema così attuale e importante”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A partire da oggi sarà quindi possibile conferire e smaltire in modo corretto il proprio olio alimentare domestico, quello utilizzato per la preparazione e conservazione del cibo (come olio di frittura, olio dei sottoli o delle scatolette di tonno, ecc). Il conferimento è molto semplice: basterà raccogliere l’olio all’interno di una bottiglia di plastica e, una volta chiusa, inserirla all’interno del contenitore di raccolta. È vietato conferire all’interno dei contenitori olio minerale (come l’olio motore delle macchine) o lubrificanti. Le cinque nuove postazioni di raccolta si aggiungono al centro di raccolta in località Il Chiuso, dove è già possibile conferire questo particolare rifiuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Coronavirus, obbligo di mascherine dove necessario mantenere una distanza di 1,8 metri

  • Drastico calo dei contagi: un solo caso in provincia di Arezzo

  • Otto nuovi contagi nell'Aretino: oltre 350 i pazienti positivi al Covid

  • Muore donna positiva al coronavirus, altro dramma per la provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento